ECOTURISMO

A Sardara Festa Regionale dei Borghi autentici

 

BiciNuragica“ – Poesia 2013 20/07/2013

Sardegna come viaggio lento, scrittura, voce, territorio, musica,  cultura,  tradizione ed oltre….. Inaugurazione del Tour a Cagliari. In apertura il poeta Ugo Magnanti, ideatore, curatore e Direttore Artistico dell’evento saluterà i presenti [..]

 

A Cagliari Inaugurazione di BiciNuragica – Poesia 2012 20/07/2012 Sardegna come viaggio lento, scrittura, voce, territorio, musica, cultura, tradizioni e oltre … Cagliari, Carbonia, Carloforte, Villacidro, Oristano, Busachi, Orotelli, Bosa, Uri, Sassari, Tempio Pausania, Loiri-Porto San Paolo, Olbia, e altre località sarde (letteratura, cicloturismo, ambiente, musica, tradizioni), dal 5 al 16 agosto 2012 […]

 

 

CAGLIARI - ISILI: IL TRENO DEI NURAGHI 10/4/2012  In occasione della XIV Settimana della Cultura dal 14 al 22 aprile promossa dal MiBAC (Ministero Beni e Attività Culturali) per valorizzare il Patrimonio culturale italiano, Il Centro di Educazione Ambientale CEA Vie Del Treno Legambiente Isili e il Comune di Isili anche quest’anno aderiscono all’iniziativa domenica 15 aprile con un percorso da svolgere interamente su ferrovia […]

 

 

A Cagliari Incontro “Sviluppo dell’Ecoturismo nelle zone umide”  18//02/2012  Il Parco Regionale Naturale Molentargius-Saline si confronta con il panorama nazionale. Tavola Rotonda “Sviluppo dell’Ecoturismo nel  Parco Regionale Naturale Molentargius-Saline anche nella prospettiva del progetto di  riqualificazione ambientale del territorio” […]

Incontro ad Oristano sul turismo responsabile 10/12/2010 Il Meic, Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale e l'Osvic organizzano un cantiere tematico sul tema del turismo responsabile

Cortes Apertas per Autunno in Barbagia 06/10/2010 Anche quest’anno torna come ormai da tradizione l'attesissimo appuntamento di Autunno in Barbagia 2010, la rassegna itinerante Cortes Apertas, che consente di immergersi in un percorso fuori dal tempo per conoscere il territorio, la storia, la cultura e i prodotti enogastronomici dei paesi della Barbagia...

Anche in Sardegna L’Italia 10 e lode del TCI – 05/10/2010    Domenica 10 ottobre il Touring Club Italiano invita a scoprire l’Italia 10 e lode, piccole località dell’entroterra dove la tipicità si può vivere e assaporare, l’accoglienza ha gesti personalizzati, dove la storia, i monumenti e l’ambiente non sono omologati […]

 

 

Ritorna Foreste Aperte  1/10/2010    Dopo le sette domeniche primaverili, con le foreste aperte a migliaia di entusiasti visitatori, gli ultimi tre appuntamenti del 2010 sono previsti per l'autunno […]

A Fonni sulle orme di Grazia Deledda 12/08/2010 Tra il 1890 e il 1901 la scrittrice visitò più volte Fonni e le sue vette. Da oggi il Comune rende omaggio all'autrice di “Cenere”, il romanzo per cui trasse ispirazione proprio nel paese, con un cartellone di appuntamenti […]                                                                                         

Corsi in Barbagia 07/06/2010 L'assessorato del Lavoro ha pubblicato un avviso di avvio del corso per tecnico della progettazione, definizione e promozione di piani di sviluppo turistico e promozione del territorio. Il corso si svolgerà nell'Unione dei comuni della Barbagia (Lodine, Gavoi, Ollolai, Ovodda, Olzai, Oniferi, Sarule, Tiana) [...]

Riparte il Trenino verde della Sardegna 10/06/2010 Da sabato 13 Giugno e fino a settembre, riprende il calendario dei viaggi del Trenino verde […]

A Siddi giornata sulle bio-golosità del latte e del miele 24/05/2010 Il 30 maggio a Siddi una giornata per saperne di più sul profondo legame tra l’uomo, l’ambiente e gli animali, sulla vita del pastore e quella delle api, sull’assaggio come strumento per la scoperta delle nostre capacità sensoriali. Proposta dalla Cooperativa Villa Silli […]

 

5^rassegna “Nuraghi e dintorni” 14/05/2010 - LA STELE DI NORA Linguaggio e scrittura nuragica.  Da giovedì 20 al 23 maggio la 5ª edizione della rassegna "Nuraghi e dintorni", organizzata dall'associazione culturale "Sa Testa".  Quest'anno, particolare attenzione è riservata alla scrittura e al linguaggio nuragico con gli interventi di studiosi, artisti e artigiani

 

14° manifestazione "Cagliari Monumenti Aperti" al Parco Molentargius 07/05/2010 L’8 e il 9 maggio visite al "Parco di Molentargius - Città del Sale" (presso il quartiere La Palma), con accoglienza presso il fabbricato Sali Scelti, sede del Parco di Molentargius - Saline. Quest'anno si presenteranno nuovi e differenti percorsi  con visite guidate e in barca […]

Corsi di formazione per l'ospitalità alternativa e lo sviluppo del territorio 03/05/2010 L’Assessorato regionale del lavoro informa che fino al 15 maggio 2010 sono aperte le iscrizioni per: imprenditorialità per lo sviluppo turistico e la promozione del territorio per la provincia di Ogliastra; imprenditori per l’ospitalità alternativa per la provincia di Nuoro. I corsi sono finalizzati a creare due figure professionali che […]

Turismo Responsabile e Commercio Equo-solidale – 18/03/2010 Incontro a Cagliari promosso da l’O.S.V.I.C * in collaborazione con l’Associazione Oscar Romero. Viaggiare e comprare consapevolmente nel rispetto dell’ambiente e delle persone:   una scelta che tutti possiamo compiere per contribuire a ridurre lo sfruttamento dei Paesi in Via di Sviluppo […]

 

Corsi di formazione per Imprenditore del turismo ambientale 10/03/2010 I corsi, di 600 ore ciascuno, si svolgeranno ad Alghero e a Terralba […]

 

L’ecomuseo di Ussaramanna: erbe spontanee e ulivi secolari – 7/03/2010 Il Comune di Ussaramanna ha presentato  il progetto dell'ecomuseo diretto a valorizzare gli ulivi secolari e le erbe spontanee locali […]

 

A Cagliari la prima edizione della BITAS – 7/03/2010 Sino a giovedì 18 marzo, il Palazzo dei congressi della Fiera a Cagliari ospiterà la prima edizione della Borsa internazionale del turismo attivo in Sardegna (Bitas) […]

 

A Cagliari BITAS con i tour operator del turismo attivo – 17/02/2010  Il 15-18 Marzo si terrà a Cagliari la prima edizione della Borsa Internazionale del Turismo Attivo in Sardegna […]

 

Cabras capitale del turismo ambientale – 3/02/2010  Tra aprile e maggio prossimi si svolgerà a Cabras la prima Borsa internazionale del turismo ambientale, con la partecipazione delle aree marine protette italiane, di numerosi tour-operator e della stampa specializzata […]

 

Tortolì: marchio di qualità ambientale per le strutture ricettive - 3/02/2010 

Parte da Tortolì la firma d’intesa fra l'associazione Asshotel e Legambiente Turismo, per la realizzazione di un progetto di qualificazione ambientale per le strutture ricettive e turistiche, che si concretizza nell’assegnazione dell’etichetta ecologica (ecolabel): “Consigliato per l’impegno in difesa dell’ambiente” […]

 

A passeggio a piedi o a cavallo tra lecci e ginepri secolari – 16/12/2009  ll Nord Sardegna è pronto ad accogliere la prima ippovia, un itinerario di 115 chilometri tra Alghero e Badde ‘e Salighes, sui monti di Bolotana, da percorrere a cavallo o in bicicletta, e dove gustare tappa per tappa i prodotti agro-alimentari delle aziende del territorio […]

 

Riaprono le botteghe degli artigiani e si rianima il borgo medievale di Tratalias – 16/12/2009  

 

Autunno in Barbagia: un invito alla scoperta del Cuore della Sardegna-21/10/2009  Avvolti nei colori struggenti dell'Autunno, è possibile immergersi in un percorso fuori dal tempo, alla scoperta dei saperi e dei sapori più veri. Un cammino incantato tra le bellezze di ventiquattro paesi della montagna, in un percorso ricco di meraviglie e di fascino […]

 

Arbus - una festa in omaggio alle bellezze del territorio lavorate in campagna, transumanti, pescate in mare, scavate in miniera – 13/10/09 Una festa per conoscersi meglio osservandosi dentro. Il territorio arburese partendo dalle radici, da ciò che è stato, per una riflessione su come migliorarsi e crescere in armonia con ciò che ci circonda […]

 

Premiato il progetto Sentieristica realizzato dall'Ente Foreste con fondi P.O.R – 24/09/2009  Il 14 settembre 2009 è stato ufficializzata la lista dei vincitori della III edizione del premio GoSlow-Co.Mo.Do. per i progetti di sistemi integrati di percorsi di mobilità dolce in Italia […]

 

Trekking a cavallo lungo la prima ippovia del Medio Campidano – 24/09/2009    Parte dalle pendici del Monte Linas la prima ippovia del Medio Campidano […]

 

Trenino Verde: un treno da non perdere! – 11/08/2009    A  Mandas il 31 luglio scorso trentasette Comuni di Trexenta e Sarcidano, attraversati dalla linea ferroviaria Cagliari- Mandas- Sorgono – Arbatax,  hanno presentato il Manifesto del Parco letterario Lawrence e del Trenino Verde della Sardegna […]

 

Un’isola di sentieri: nuovi itinerari escursionistici alla scoperta dei tesori della Sardegna  – 11/08/2009    L’Ente Foreste della Sardegna ha portato a conclusione il progetto finanziato con fondi europei di realizzazione di itinerari escursionistici[…]

 

Splendide coste, oasi e zone umide: l'Area marina Sinis-Mal di Ventre  destinazione europea di eccellenza - 22/07/2009

L’Area marina protetta della Penisola del Sinis-Isola di Mal di Ventre è stata eletta la migliore destinazione turistica nazionale nell'ambito della terza edizione del progetto comunitario Eden “Turismo e aree protette” Destinazioni Europee di Eccellenza […]

 

"Barraccos - Pinnettos Abbertos": nella foresta di Silana sulle orme dei pastori - 22/07/2009

Domenica 26 luglio in località “Sa Portiscra” nel comune di Urzulei un affascinante itinerario a tema per scoprire antichi mestieri mai abbandonati, il meglio della natura e delle tradizioni […]

 

Alla scoperta della Gallura con il Trenino Verde – 01/07/2009

Dal 26 giugno 2009 è possibile ammirare il caratteristico paesaggio della Gallura interna con il trenino verde. Le antiche carrozze attraverseranno il territorio fatto di rocce granitiche, boschi, sughereti, vigneti, stazzi e pascoli […]

 

A  Berchidda  nasce il Giardino delle Farfalle - 16/06/09    Domenica 14 giugno nella Foresta Demaniale Monte Limbara sud, a Berchidda, è stato inaugurato il primo Giardino delle Farfalle dell’Isola […]

 

A Tratalias con arte e cultura rinasce il borgo medievale - 04/06/09  Sale espositive pronte ad accogliere mostre e incontri culturali, un archivio sulle origini e la storia del paese, case in ladiri e pietra trasformate in laboratori artigianali e confortevoli alloggi per turisti […]

 

Al lavoro per il turismo equestre nel  Sassarese - 04/06/09  Sono iniziati gli incontri nel territorio per il progetto di "Valorizzazione di un sistema di percorsi turistici con l'istituzione di una ippovia nella Regione" […]

 

Alla scoperta della Gallura con il Trenino Verde – 1/06/09    Dal 26 giugno 2009 è possibile ammirare il caratteristico paesaggio della Gallura interna con il trenino verde. Le antiche carrozze attraverseranno il territorio fatto di rocce granitiche, boschi, sughereti, vigneti, stazzi e pascoli […] 

 

Weekend delle rose all’Oasi di Monte Minerva 22/05/09  Nei fine settimana fino al 31 maggio 2009 l'oasi di Monte Minerva, nel territorio di Villanova Monteleone (SS), apre al pubblico offrendo una serie di esperienze indimenticabili che ruotano attorno allo straordinario vivaio dell’Ente foreste della Sardegna […]

 

A Gonnoscodina successo della passeggiata lungo i sentieri della strega - 22/05/09

Grande successo per “Pro is moris de is cogas”, la passeggiata che si è svolta nel territorio di Gonnoscodina  alla scoperta delle piante spontanee e lungo le tracce di Maria Zara, donna del paese che nel 1500 venne condannata dall'Inquisizione per stregoneria […]

A Montes l'ultima tappa di Foreste Aperte - 14/05/09    Ecco giunta l'ultima tappa della manifestazione Foreste Aperte, che ha posto l'attenzione sullo splendido patrimonio naturalistico dell'isola, facendo scoprire a tante persone angoli di incontaminati di Sardegna [...]

A Gonnoscodina (Or) “Pro is moris de is cogas” : Passeggiata Ecologica alla ricerca delle erbe officinali  – 10/05/09       “Lungo i sentieri della strega” vi sono i segni di una vitalità ancora prorompente dei cicli naturali, di una natura sorprendentemente interessante, ricca e varia che esige di essere meglio conosciuta e tutelata […]

A Montarbu il 9/10 maggio la tappa n.4 di Foreste Aperte - 05/05/09  Nei giorni 9 e 10 Maggio la foresta demaniale di Montarbu diventerà teatro di eventi escursionistici, sportivi, culturali e di spettacolo per adulti e bambini […]

Con “Monumenti Aperti” alla scoperta del patrimonio culturale della Sardegna - 05/05/09  E’ partita da Cagliari il 2 maggio la manifestazione “Monumenti Aperti” con un ricco calendario di iniziative e di novità come i monumenti che saranno visitabili per la prima volta […]

 

A Crastazza il 3 maggio la terza tappa di Foreste Aperte - 30/04/09    Il complesso forestale di Crastazza-Tepilora ricade a pieno titolo all'interno del Parco Naturale Regionale dell'Oasi di Tepilora finalizzato alla conservazione e tutela delle risorse naturali e alla creazione di occasioni di sviluppo sostenibile […]

Con Legambiente in viaggio da Osini a Orgosolo sui sentieri di San Giorgio – 23/04/09
Dal 30 aprile al 3 maggio pellegrini del terzo millennio ripercorreranno le orme di San Giorgio di Suelli, il giovane vescovo che nel secolo XI si mise in cammino per portare il vangelo nelle terre di Barbagia e Ogliastra […]

 

Le giornate di Foreste Aperte – 23/04/09

Prosegue l’iniziativa “Foreste Aperte” con cui l’Ente Foreste della Regione Sardegna promuove un programma di visite ad alcune fra le più belle foreste demaniali dell'isola, in sei appuntamenti nei weekend primaverili […] 

La XI Settimana della Cultura in Sardegna – 15/04/09    Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali rinnova il suo tradizionale appuntamento con la manifestazione più densa di iniziative culturali su tutto il territorio nazionale, la Settimana della Cultura, giunta alla sua undicesima edizione, che si svolgerà dal 18 al 26 aprile […]

I patriarchi verdi – 06/04/09    Sardegna: terra di alberi secolari, con esemplari di vera e propria archeologia botanica[]

Le Giornate di Foreste Aperte 03/04/09   L'Ente Foreste promuove le visite presso alcune fra le più belle foreste demaniali della Sardegna organizzando sei week-end speciali nei mesi di aprile e maggio […]

Cagliari-Isili  col treno dell’archeologia 19/03/09 Sabato 7 Marzo, in occasione della giornata nazionale delle Ferrovie Dimenticate, il trenino verde è diventato “il treno dell’’archeologia” […]

 

Villaperuccio: da Terrazzu a Montessu il parco archeologico della terra dei Menhir - 19/03/09 Per riscoprire il passato millenario del Basso Sulcis, il Comune di Villaperuccio è pronto a creare un itinerario archeologico e turistico tra tombe ipogeiche e pietre fitte […]

 

Equiraduno invernale 2009 nell’oristanese - 19/03/09

Nel progetto di sviluppo e di promozione del Turismo equestre attuato dalla Fitetrec-Ante in Sardegna si è svolto l'Equiraduno d'Inverno 2009: un’esperienza concreta di turismo equestre […]

 

“Tramudas”, scoprire la Sardegna viaggiando sulle orme dei pastori - 06/03/09

La cultura agropastorale è alla base di “Tramudas”, progetto turistico creato da tre Gal della Sardegna (Ogliastra, Mari e monti e Barbagia-Mandrolisai) per valorizzare l'identità dei luoghi e delle persone che li abitano ripercorrendo i sentieri della transumanza […]

 

A Cagliari inaugurato  l’Ostello della Gioventù: a Pasqua i primi ospiti - 06/03/09

Dopo Alghero, Castelsardo, Oristano, Bosa e Lanusei, anche a Cagliari è stato inaugurato un Ostello della Gioventù.[…]

 Il “Social Hotel Marina” - questo il nome della nuova struttura ricettiva - è sorto all'interno di

 

Le terre dei grandi vini della Sardegna nella rassegna Sentieri DiVini - 06/03/09

La Regione ha finanziato il progetto "Sentieri DiVini" che unisce i Comuni della Sardegna con la più alta tradizione vitivinicola […]

 

In Barbagia i gestori di B&B promuovono l'albergo diffuso - 19/02/09    L’ assemblea dell'Unione dei Comuni ha incontrato a Gavoi tutti i gestori dei bed and breakfast degli otto comuni componenti l'ente […]

 

Le strade dei vini: itinerari tra gusto e cultura - 19/02/09   L'Assessorato regionale dell'Agricoltura ha approvato la costituzione di sette "strade del vino" nelle zone con produzioni a marchio Doc/Docg,


Al Comune di Galtellì il premio di Legambiente - 19/02/09    Il comune di Galtellì è stato insignito di un particolare riconoscimento da parte di Legambiente Turismo  per le politiche messe in campo nella valorizzazione della propria identità […]

 

Ente foreste e Cooperative per la valorizzazione delle “strade dei boschi” - 02/02/09 L'Ente foreste ha deciso di valorizzare le “strade dei boschi” della Sardegna: sessantatré sentieri immersi nel verde ed estesi per 584 chilometri […]

 

Ad Oliena il premio del Touring club “Comune dell’Ospitalità”- 02/02/09    All'ingresso del paese è già stata posizionata la bandiera arancione, riconoscimento assegnato dal Touring Club Italiano ai centri che si dimostrano più accoglienti coi turisti […]

 

Il regista Davide Mocci racconta l'isola in due nuovi lavori  - 31/01/09    Nel cuore del Mediterraneo e Il popolo della costa sono i due nuovi documentari che l’infaticabile cacciatore di immagini Davide Mocci ha realizzato sulla Sardegna […]

 

In provincia di Nuoro alla riscoperta di boschi e sorgenti: fondi europei per la cura dei lecci e nuovi percorsi turistici - 16/01/09    Il progetto Tasso, (tutela ambientale e sviluppo sostenibile) destina oltre tre milioni e mezzo di euro a Gennargentu e Mandrolisai per la valorizzazione della montagna […]

 

Medio Campidano: provincia a caccia di turisti in bicicletta. Sei percorsi in mountain bike nell'offerta-vacanze 2009 - 16/01/09    La Provincia del Medio Campidano,  per incrementare le presenze nelle zone interne e nella bassa stagione, punta sul cicloturismo proponendo sei percorsi […]

 

 

 

 



 

 

 

Ecoturismo

"Barraccos - Pinnettos Abbertos": nella foresta di Silana sulle orme dei pastori - 22/07/2009

Domenica 26 luglio in località “Sa Portiscra” nel comune di Urzulei un affascinante itinerario a tema per scoprire antichi mestieri mai abbandonati, il meglio della natura e delle tradizioni.

 

Ogni barracu svelerà un piccolo segreto: l’arte della cestinaia, il pastore intento alla mungitura delle capre e alla preparazione del formaggio, il conciatore di pelli e le sue creazioni, l’arte del falegname. Per gli amanti della natura sono previste visite alla grotta de su Crabargiu (l'escursione è di media difficoltà, partenza ore 9.00).

 

Inoltre, grazie al contributo dell'Ente Foreste della Sardegna sarà possibile conoscere la vita dei cervi e visitare l’oasi del cervo sardo, e anche ricevere informazioni sul Giardino delle farfalle del Limbara. Sarà presente un angolo gastronomico con i sapori locali. Per info e prenotazioni: Comune di Urzulei: 0782 64 90 23 (orario ufficio), Assessorato al turismo: 340 18 97 248

A Berchidda nasce il Giardino delle Farfalle

Pubblicato il 16/06/09

 

Domenica 14 giugno 2009 nella Foresta Demaniale Monte Limbara sud, a Berchidda, è stato inaugurato il primo Giardino delle Farfalle dell’Isola. L’iniziativa è dell’ Ente Foreste della Sardegna e mira a far conoscere e sensibilizzare l’opinione pubblica, soprattutto il mondo scolastico, al problema della conservazione e della protezione delle farfalle.

 

Da alcuni anni gli entomologi hanno infatti dovuto rilevare una diminuzione di questi insetti in gran parte delle regioni italiane. In molti paesi europei sono state promulgate leggi per proteggere le farfalle e i biotopi dove esse vivono. In Sardegna sono 54 le specie di farfalle diurne osservate, alcune di queste endemiche e legate sopratutto alla presenza di specialità botaniche circoscritte in territori molto limitati del Limbara e del Gennargentu.

 

Gli ospiti del Giardino, dalla primavera all’autunno, potranno ammirare le farfalle completamente libere, intente a nutrirsi del nettare dei fiori o mentre depongono le uova sulle piante nutrici. Attraverso appositi disegni potranno apprendere il nome, la biologia, la metamorfosi, la funzione e i rapporti ecologici delle diverse specie nei vari biotopi. Un approccio al mondo delle farfalle completamente nuovo e che si rinnova di stagione in stagione.

 

A Cagliari BITAS con i tour operator del turismo attivo

Pubblicato il 17 febbraio 2010

 

Il 15-18 Marzo si terrà a Cagliari la prima edizione della Borsa Internazionale del Turismo Attivo in Sardegna. Obiettivo dell'evento sarà quello di favorire l'incontro tra offerta turistica sarda e domanda nazionale e internazionale nell'ambito del Turismo Attivo.

La manifestazione assumerà la forma organizzativa del workshop e prevede la partecipazione da un lato dei  tour operator della domanda nazionale e internazionale specializzati che vogliono includere la Sardegna tra le destinazioni da proporre ai propri clienti, e dall’altro  dagli operatori sardi che vogliono presentare la propria offerta commerciale direttamente ai tour operator.

La fase conclusiva del workshop sarà caratterizzata da una serie di Educational Tour rappresentativi dei diversi segmenti di cui si compone il Turismo Attivo. Allo scopo di promuovere l’intero territorio, gli Educational Tour si terranno in diverse zone della Sardegna.

Per gli operatori interessati: http://www.regione.sardegna.it/speciali/bitas/

A Cagliari inaugurato l’Ostello della Gioventù: a Pasqua i primi ospiti - 06/03/09

Dopo Alghero, Castelsardo, Oristano, Bosa e Lanusei, anche a Cagliari è stato inaugurato un Ostello della Gioventù. Il “Social Hotel Marina” - questo il nome della nuova struttura ricettiva - è sorto all'interno di un edificio storico che si affaccia sulle scalette del Santo Sepolcro, nel cuore della Marina. Le stanze disponibili sono 40 (camere multiple o mini-appartamenti su due livelli) per un totale di 140 posti-letto destinati ai giovani di tutto il mondo ma anche alle famiglie. La struttura è dotata di un cortile interno, sale comuni e ascensore per disabili. Il prezzo sarà contenuto: 22 euro a notte per persona con prima colazione inclusa. Sono previsti inoltre sconti del 50% per i minori accompagnati dai genitori e pernottamenti gratuiti per i bimbi sotto i 6 anni. La gestione è stata affidata all'Associazione italiana ostelli della gioventù e aprirà al pubblico in occasione della Settimana Santa.

A Cagliari la prima edizione della BITAS

Pubblicato il 7 marzo  2010

 

Sino a giovedì 18 marzo, il Palazzo dei congressi della Fiera a Cagliari ospiterà la prima edizione della Borsa internazionale del turismo attivo in Sardegna (Bitas). In mostra una filosofia di viaggio che combina avventura, ecologia e cultura. 

Nel turismo attivo rientrano quelle forme di scoperta del territorio a basso impatto ambientale che implicano un impegno del visitatore, come cicloturismo trekking windsurf, kayak, arrampicata, parapendio, nordic walking...

L'evento, organizzato dall'Agenzia Sardegna Promozione d'intesa con l'assessorato regionale del Turismo, farà incontrare gli operatori specializzati della domanda nazionale e internazionale con l'offerta sarda.

Con il turismo attivo si potrà destagionalizzare il flusso di arrivi e delocalizzare l'offerta verso le zone interne

A Gonnoscodina successo della passeggiata lungo i sentieri della strega

Pubblicato 22/05/09

 

Grande successo per “Pro is moris de is cogas”, la passeggiata che si è svolta nel territorio di Gonnoscodina  alla scoperta delle piante spontanee e lungo le tracce di Maria Zara, donna del paese che nel 1500 venne condannata dall'Inquisizione per stregoneria.

L’originale iniziativa della Pro Loco locale ha attirato oltre 200 persone da tutta l'Isola affascinate dalla storia di Maria Zara che  venne condannata dal Tribunale dell'Inquisizione di Sassari al carcere e 200 frustate perché ritenuta colpevole di un patto col diavolo. In realtà la presunta coga utilizzava solo le erbe raccolte nelle campagne come rimedi contro diverse patologie.

Nelle spiegazioni dell’esperto che ha condotto la passeggiata tante le rivelazioni: l'angelica, sa scova de forru , è un ottimo digestivo, il caprifoglio è un rimedio contro l'esaurimento nervoso e con il decotto di assenzio si eliminano le pulci dai cani.

A Montarbu il 9/10 maggio la tappa n.4 di Foreste Aperte

logo_foreste_aperte.jpg

Nei giorni 9 e 10 Maggio la foresta demaniale di Montarbu diventerà teatro di eventi escursionistici, sportivi, culturali e di spettacolo per adulti e bambini. L’iniziativa si inserisce nel contesto della manifestazione “Foreste Aperte”, con la quale l’Ente Foreste della Sardegna, in collaborazione con l’Assessorato regionale del turismo vuole richiamare l’attenzione sull’importanza dell’uso sostenibile delle foreste.

La Foresta di Montarbu ha rilevante valenza naturalistico ambientale. Il paesaggio è quello delle aree calcaree, caratterizzato da maestosi processi di erosione e di carsismo e da profonde incisioni e cascate. Le sue caratteristiche morfologiche, la presenza del bosco e il regime protezionistico vigente hanno impedito la scomparsa di molte specie animali e vegetali che rivestono grande importanza dal punto di vista naturalistico, storico e scientifico.

Le formazioni vegetali sono quelle tipiche della foresta mediterranea: boschi naturali di leccio con elementi relitti della flora terziaria (agrifoglio, tasso, acero trilobo). Tra le specie animali presenti si può ricordare: il cervo sardo, il muflone, il daino, l’aquila reale e il gatto selvatico.

Il programma dettagliato per Montarbu [file pdf]

La scheda della Foresta Demaniale Montarbu

 

AllegatoDimensione
Programma Montarbu.pdf1.6 MB

A Montarbu il 9/10 maggio la tappa n.4 di Foreste Aperte

Pubblicato 5/05/09

 

Nei giorni 9 e 10 Maggio la foresta demaniale di Montarbu diventerà teatro di eventi escursionistici, sportivi, culturali e di spettacolo per adulti e bambini. L’iniziativa si inserisce nel contesto della manifestazione “Foreste Aperte”, con la quale l’Ente Foreste della Sardegna, in collaborazione con l’Assessorato regionale del turismo vuole richiamare l’attenzione sull’importanza dell’uso sostenibile delle foreste. La Foresta di Montarbu ha rilevante valenza naturalistico ambientale con un paesaggio ricco di aree calcaree, caratterizzato da maestosi processi di erosione e di carsismo e da profonde incisioni e cascate. Le sue caratteristiche morfologiche, la presenza del bosco e il regime protezionistico vigente hanno impedito la scomparsa di molte specie animali e vegetali che rivestono grande importanza dal punto di vista naturalistico, storico e scientifico. Tra le specie animali presenti si possono ricordare: il cervo sardo, il muflone, il daino, l’aquila reale e il gatto selvatico. Consulta Il programma dettagliato per Montarbu [file pdf]

A Tratalias con arte e cultura rinasce il borgo medievale

Pubblicato il 04/06/09

 

Sale espositive pronte ad accogliere mostre e incontri culturali, un archivio sulle origini e la storia del paese, case in ladiri e pietra trasformate in laboratori artigianali e confortevoli alloggi per turisti, suggestivi angoli all'ombra di ulivi secolari per incontri con scrittori, poeti e artisti.

 

Il borgo mediavele di Tratalias si appresta ad uscire dall'abbandono per diventare un polo culturale e museale a disposizione dei turisti. Dopo quasi quindici anni di lavori di recupero si celebra la riapertura ufficiale al pubblico del vecchio centro storico della cittadina.

 

Un borgo risalente all'anno Mille, che fu per oltre un secolo sede vescovile e conobbe momenti di grande sviluppo sino al 1.500. Dopo secoli di declino l'intero borgo venne abbandonato e gli abitanti trasferiti nel paese nuovo, ricostruito su una collina vicina. Per l'antico borgo di Tratalias, trasformato in un museo diffuso, comincia ora la rinascita.

 

A passeggio a piedi o a cavallo tra lecci e ginepri secolari.

Pubblicato il 16 dicembre 2009

 

ll Nord Sardegna è pronto ad accogliere la prima ippovia, un itinerario di 115 chilometri tra Alghero e Badde ‘e Salighes, sui monti di Bolotana, da percorrere a cavallo o in bicicletta, e dove gustare tappa per tappa i prodotti agro-alimentari delle aziende del territorio. Il progetto prevede ogni 20 chilometri la creazione di aree di sosta attrezzate, dove i viaggiatori potranno trovare assistenza e ristoro.

I Comuni che verranno toccati dalla prima tratta dell’ippovia sono Alghero, Villanova Monteleone, Monteleone Roccadoria, Romana, Putifigari, Padria, Mara, Cossoine, Pozzomaggiore, Giave, Torralba, Bonorva e Bolotana. In futuro l’itinerario si estenderà al resto della Sardegna.

L’ippovia, che ricalca in larga parte antichi sentieri dismessi, servirà a coniugare agricoltura e turismo, in un connubio che ha l’obiettivo di risollevare l’economia delle zone interne in modo sostenibile e contribuire a traghettare la Sardegna fuori

dalla crisi.

Ad Oliena il premio del Touring club “Comune dell’Ospitalità”

02/02/09

 

All'ingresso del paese è già stata posizionata la bandiera arancione, riconoscimento assegnato dal Touring Club Italiano ai centri che si dimostrano più accoglienti coi turisti. Si tratta di un marchio che è garanzia di un turismo di qualità che punta a valorizzare il patrimonio culturale e ambientale, la cultura dell'ospitalità, l'accesso e la fruibilità delle risorse, la qualità della ricettività, della ristorazione e dei prodotti tipici. Tutti aspetti presenti in un territorio che è stato pioniere nell'inventare una proposta alternativa al turismo di massa, grazie anche alla capacità delle tante società e imprese private che si sono specializzate nel settore.

Al Comune di Galtellì il premio di Legambiente

19/02/09

 

Il comune di Galtellì è stato insignito di un particolare riconoscimento da parte di Legambiente Turismo  per le politiche messe in campo nella valorizzazione della propria identità e  del suo patrimonio storico-artistico  e ambientale. Il Comune negli ultimi anni si e distinto nel panorama regionale e in quello nazionale, per il suo impegno nel campo della promozione del proprio territorio e del suo vasto patrimonio storico risalente al medioevo. Il riconoscimento di Legambiente si aggiunge alla assegnazione da parte del Touring Club Italiano di Comune Bandiera Arancione. Galtellì è anche inserito nel circuito nazionale dei Borghi autentici d’Italia e del sistema nazionale delle Comunità Ospitali.

Al lavoro per il turismo equestre nel Sassarese

Pubblicato il 04/06/09

 

Sono iniziati gli incontri nel territorio per il progetto di "Valorizzazione di un sistema di percorsi turistici con l'istituzione di una ippovia nella Regione". Il primo a Bonorva e poi nel Logudoro-Goceano: incontri con gli operatori che la Federazione italiana turismo equestre, ha organizzato in collaborazione con l'assessorato al Turismo della Regione a seguito della convenzione stipulata nel dicembre 2008 con l'ente regionale.

Il road-show prevede 9 incontri tutti a giugno, per promuovere e valorizzare il turismo equestre e proporlo come elemento di attrattiva per incentivare l’afflusso turistico sull’isola, puntando all'individuazione di soggetti pubblici e privati interessati a far parte di una rete locale e regionale di offerta di servizi ai turisti equestri.

Alla scoperta della Gallura con il Trenino Verde – 01/07/2009

Dal 26 giugno 2009 è possibile ammirare il caratteristico paesaggio della Gallura interna con il trenino verde. Le antiche carrozze attraverseranno il territorio fatto di rocce granitiche, boschi, sughereti, vigneti, stazzi e pascoli. Si parte tutti i venerdì dalla stazione di Palau o di Arzachena.

 

Dopo una sosta panoramica sul lago del Liscia nel cuore della campagna è previsto l'arrivo alla stazione di Luras. Da dove, in autobus, si raggiunge l'area archeologica di Tempio in cui si potrà visitare con una guida il Nuraghe Majori. Il percorso continua nella Gallura più interna: dopo una sosta panoramica in cui si potranno ammirare il monte Pulchiana e la valle della luna, si farà tappa nel bosco o in un agriturismo per la degustazione di: salumi, formaggi, zuppa gallurese, pecora con patate, carne alla griglia, torrone. Il tutto accompagnato da vino e abbardente. Nel pomeriggio tappa ad Aggius: incastonato tra monti e querce, con le abitazioni di pietra a vista, è uno dei borghi più belli della Gallura.

Per info: tel.  +39 0784 629825  - tel.  +39 338 5626350    

Autunno in Barbagia: un invito alla scoperta del Cuore della Sardegna

Pubblicato il 21 ottobre  2009

 

Avvolti nei colori struggenti dell'Autunno, è possibile immergersi in un percorso fuori dal tempo, alla scoperta dei saperi e dei sapori più veri. Un cammino incantato tra le bellezze di ventiquattro paesi della montagna, in un percorso ricco di meraviglie e di fascino.

L’Azienda Speciale della Camera di Commercio di Nuoro organizza fino alla fine dell’anno un percorso nei luoghi che sono autentici scrigni incastonati nel Cuore della Sardegna, detentori della più profonda immaterialità dell'Isola. Autunno in Barbagia vuol dire anche "Cortes Apertas": gli antichi cortili della Sardegna del passato, si aprono al visitatore, per mostrare millenni di tradizione, di storia, di vita.

Sarà possibile ammirare antichi costumi e i produttori locali di vino, olio, dolci, pasta, miele, salumi e formaggi, proporranno banchetti di degustazione e vendita dei prodotti di madre-terra-Sardegna. Autunno in Barbagia è un invito rivolto al visitatore curioso, che non si accontenta della Sardegna patinata, ma cerca la sintonia con la natura selvaggia della montagna, tra i prodotti e i saperi millenari dell’isola dei nuraghi. I prossimi appuntamenti: Dorgali, Aritzo, Desulo, Mamoiada, Lollove, Ovodda.

Programma completo:

http://www.sardegnaturismo.it/documenti/1_121_20090904112103.pdf

 

BICINURAGICA 2013 - A Cagliari inaugurazione del Tour Ciclo-Poetico

Logo BiciNuragica 2013

“BiciNuragica“ – Poesia 2013

Sardegna come viaggio lento, scrittura, voce, territorio, musica,  cultura,  tradizione ed oltre…..

 

Inaugurazione del Tour

Giovedì 1 agosto ore 19.30

Hotel Regina Margherita, Cagliari


Giovedì 1 agosto 2013, alle ore 19.30, negli eleganti saloni dell’Hotel Regina Margherita di Cagliari, si presenta e si inaugura la seconda edizione del tour ciclopoetico “BiciNuragica – Poesia” 2013. La serata ad ingresso libero e gratuito, prevede un reading di poesie, musica, arte ed altro ancora….. Aperitivo finale.

 

In apertura il poeta Ugo Magnanti, ideatore, curatore e Direttore Artistico dell’evento saluterà i presenti.

 

Interverranno insieme ai BiciNuragici Ugo Magnanti, Daniele Contardo, Maria Felix Corporal, Cladia Tifi, Numa Echos, Dona Amati, Monica Osnato:

Gavino Angius, Giuseppe Boy, Antonello Farris, Stefania Sergi, Luisa Ledda, Anna Cristina Serra, Maurizio Iodice.


Maurizio ed Alberto Serra
proporranno le sonorità ancestrali e i pensieri remoti di “ Ad Aritzo non c’è il nord “, reading musicale con voce, effetti elettronici e fisarmonica.


Andhira in Quartetto, formazione composta da Luca Nulchis voce e armonium indiano, Elena Nulchis voce, Cristina Lanzi voce, Egidiana Carta voce, proporrà alcuni brani da un repertorio che spazia, per forma e stile, nelle tradizioni classiche e popolari, attraverso labili confini mediterranei e oltre, fra storie riportate o evocate, vicende e ambientazioni reali o immaginarie.

 

L’ architetto Danilo Scintu interverrà sull’architettura dell’arcano.

 

Le arpiste Laura Crobu ed Elena Manunza eseguiranno brani del repertorio classico.

 

Interverranno rappresentanti delle Associazioni Città Ciclabile di Cagliari e Amici della Bicicletta.


Infine sarà proiettato il cortometraggio “Addivanati”, di  Licio Esposito interpretato  e tratto da una poesia di Giuseppe Boy.


L’incontro sarà coordinato da Cristina Pusceddu, per l’Associazione Scirarindi. 

La manifestazione, dedicata alla memoria di Dora Comneno, si svolgerà dal 1^ al 20 agosto è ed è promossa e organizzata da Fusibilia Associazione, dall’Associazione Culturale HyperionArt e dall’Associazione Scirarindi, col patrocinio della Regione Sardegna e del Comune di Cagliari, con l’apporto tecnico dell’Associazione Amici della Bicicletta di Cagliari, e in collaborazione con i Comuni di Santadi, Calasetta, Tratalias, Serrenti, San Gavino Monreale, Villa Verde, Mandas, Escalaplano, Lanusei, Lodine, Fordongianus, Bonorva, Bulzi, Perfugas, Benetutti, Bitti, Loiri-Porto San Paolo, e con varie realtà isolane, dalle più rilevanti istituzioni letterarie come il Progetto OttobreInPoesia di Sassari, il Festival Culturale LiberEvento di Calasetta e la Fondazione “Faustino Onnis” di Selargius, alle più attive e importanti Associazioni locali che operano in ambito culturale o sociale sul territorio sardo, come l’Associazione Pro Loco di Santadi, l’Associazione Turistica Pro Loco di Silanus, l’Associazione Contramilonga di Iglesias, la Casa dei Nonni di Serrenti, la Consulta dei Giovani di Lodine, la Pro Loco di Loiri-Porto San Paolo, l’Associazione Stazione Culturale di San Gavino Monreale, fino a importanti enti culturali e turistici dell’Isola come la Cooperativa Forum Traiani di Fordongianus, la Società Sa Rundine di Perfugas, la Cooperativa Old Sardigna e la Società Marghine Avventura di Silanus, nonché con dinamiche realtà turistiche o enogastronomiche, come l’Hotel Regina Margherita di Cagliari, il Complesso Termale Hotel Terme Aurora di Benetutti, Enoturismo in Sardegna di Giuliano Lenzini.

La rassegna poetica itinerante in bicicletta, che prevede reading, musica, performance d’arte, proiezioni, performance on the road, interviste-happening, e altro, farà tappa in diverse località dell’Isola, vale a direCagliari, Santadi, Calasetta, Tratalias, Serrenti, San Gavino Monreale, Villa Verde, Mandas,Escalaplano, Lanusei, Lodine, Fordongianus, Silanus, Bonorva, Bulzi, Perfugas, Benetutti, Bitti, Loiri Porto San Paolo, toccando altre località sarde, per concludersi il 20 agosto a Olbia, con un breve happening on the road di congedo presso l’imbarco della Stazione Marittima Isola Bianca.

Il gruppo di “BiciNuragica” percorrerà il tragitto in bicicletta portando poesia, in senso stretto e in senso lato, nei luoghi storici, nelle piazze e nelle strade delle città attraversate.

Questa edizione di BiciNuragica rappresenta, oltre al tradizionale elogio della bicicletta, della poesia, e della Sardegna, anche un’apertura di credito alla mobilità pubblica, intesa come attenzione ai problemi ambientali ed economici. Infatti sono previsti anche, per alcuni partecipanti, spostamenti col servizio pubblico.

Ad ogni tappa corrisponderà un incontro, nel quale poeti, musicisti, e artisti sardi si affiancheranno al gruppo itinerante di “BiciNuragica”. Proprio alla cultura sarda, tradizionale e contemporanea, sarà riservato ampio spazio nel corso della manifestazione: sono infatti previste importanti partecipazioni di autori sardi, come pure contributi più spontanei.

“BiciNuragica Poesia 2013” diventerà una pubblicazione inserita nel catalogo 2014 delle edizioni FusibiliaLibri: una sorta di diario di viaggio, con testi poetici e narrativi, resoconti, interviste, fotografie di luoghi, monumenti, tradizioni, persone, happening poetici on the road, usi, costumi, memorie, folclori, arte, urbanistica, ambienti, storia, e quanto altro di rilevante.

Tutte le tappe di BiciNuragica – Poesia 2013

Giovedì 1 agosto Cagliari: Inaugurazione Tour

Venerdì 2 agosto Santadi

Sabato 3 agosto Calasetta

Domenica 4 agosto Tratalias

Lunedì 5 agosto Serrenti

Martedì 6 agosto San Gavino Monreale

Mercoledì 7 agosto Villa Verde

Giovedì 8 agosto Mandas

Venerdì 9 agosto Escalaplano

Sabato 10 agosto Lanusei

Domenica 11 agosto Lodine

Lunedì 12 agosto Fordongianus

Martedì 13 agosto Silanus

Mercoledì 14 agosto Bonorva

Giovedì 15 agosto Bulzi

Venerdì 16 agosto Perfugas

Sabato 17 agosto Benetutti

Domenica 18 agosto Bitti

Lunedì 19 agosto Loiri Porto San Paolo  105

Martedì 20 agosto Olbia happening prima dell’imbarco

 

Cabras capitale del turismo ambientale

Tra aprile e maggio prossimi si svolgerà a Cabras la prima Borsa internazionale del turismo ambientale, con la partecipazione delle aree marine protette italiane, di numerosi tour-operator e della stampa specializzata.

Durante il periodo della Borsa verranno organizzati a Cabras e nel Sinis una serie di eventi che spazieranno dallo sport al turismo, dalla cultura all'ambiente. In materia turistica sono previsti tre giorni di educational destinati ai tour operator ed ai giornalisti, ai quali verrà proposta la visita del territorio e delle strutture esistenti. Si terranno anche diverse giornate tematiche, una delle quali verrà certamente dedicate al turismo a Cabras.

Sede operativa della Borsa turistica sarà il centro polivalente di via Tharros al cui interno verranno allestiti stand e si svolgeranno gli incontri e i convegni.

 

Cagliari-Isili col treno dell’archeologia

19/03/09

 

Sabato 7 Marzo, in occasione della giornata nazionale delle Ferrovie Dimenticate, il trenino verde è diventato “il treno dell’’archeologia” per una iniziativa promossa da Legambiente Sardegna, Cea, e Parco Asusa Isili: un viaggio da Cagliari alla volta del Sarcidano per valorizzare il legame tra la tratta ferroviaria ed il sistema archeologico della Sardegna. Oltre cinquanta persone sono arrivate con il trenino archeologico nel cuore del Sarcidano per ammirare le bellezze naturali e quelle archeologiche, che caratterizzano un territorio tutto da scoprire. Lungo il percorso i visitatori hanno fatto diverse tappe che hanno fatto, dai nuraghi di Settimo San Pietro e Suelli, al villaggio nuragico di Santa Vittoria di Serri fino alla stazione di Sarcidano ormai affacciata sulle acque del lago di Is Barrocus. Il progetto, che coniuga  cultura, ambiente, archeologia, intende coinvolgere tutto il territorio soprattutto da un punto di vista turistico.

Per info: www.treninoverde.com

Con Legambiente in viaggio da Osini a Orgosolo sui sentieri di San Giorgio

Pubblicato il 23/04/09

 

Dal 30 aprile al 3 maggio pellegrini del terzo millennio ripercorreranno le orme di San Giorgio di Suelli, il giovane vescovo che nel secolo XI si mise in cammino per portare il vangelo nelle terre di Barbagia e Ogliastra.

 

Da Osini a Monte Novo San Giovanni, nel Supramonte di Orgosolo attraverso Villanova Strisaili, Talana e Urzulei,  un’escursione-pellegrinaggio promossa da Legambiente Sardegna per festeggiare la Prima giornata nazionale della rete dei camini Francigeni. L’itinerario collega il territorio dei Tacchi d’Ogliastra con il Supramonte di Urzulei e Orgosolo anche per favorire l’incontro di persone provenienti da diverse comunità, in un contesto naturale che in buona misura ha mantenuto i connotati conosciuti dal primo Vescovo di Suelli intorno all’anno mille.

 

La partenza è prevista da Cagliari il 29 in pullman fino alla valle del Padru. È ancora possibile dare la propria adesione all'iniziativa contattando Legambiente Sardegna.

ECOTURISMO - 5^ rassegna “Nuraghi e Dintorni”

stele_di_nora.jpg

LA STELE DI NORA

Linguaggio e scrittura nuragica

 

Giovedì 20 maggio inizia la 5ª edizione della rassegna "Nuraghi e dintorni", organizzata dall'associazione culturale "Sa Testa", presieduta da Nino Fancello, con il sostegno del Comune di Olbia e della Provincia.

 

Quest'anno, particolare attenzione è riservata alla scrittura e al linguaggio nuragico con gli interventi di studiosi, artisti e artigiani che hanno elaborato studi ed approfondite tecniche per la conoscenza di questo argomento. Nell'iniziativa sono coinvolte altre associazioni e le scuole della città. Anche loro, dal 20 al 23 maggio, diventeranno protagoniste nei due luoghi che ospitano la manifestazione: il museo archeologico e il parco fluviale del Padrongianus. Come negli anni scorsi, gli organizzatori propongono un coinvolgente viaggio alla riscoperta delle radici dell'Isola. L'apertura della rassegna è fissata per giovedì 20 maggio alle ore 18, al Museo archeologico di Olbia, con i saluti delle autorità. Alle ore 20.00 è prevista la presentazione del libro di Maria Rita Piras, intitolato Archetipi e Memorie (scrittura arcaica, immagini e rappresentazioni del popolo sardo).

 

 

Quando: 20 – 23 maggio

 

Dove: Olbia Museo Archeologico – Parco Fluviale Padrongianus

 

Per info: satesta@gmail.com  - Cell. 333 6947925

 

Programma

 

Giovedì 20 MUSEO ARCHEOLOGICO

ore 18,00 Saluto delle autorità e apertura rassegna

ore 20,00 Dott.ssa Maria Rita Piras presenta il libro: Archetipi e Memorie (scrittura arcaica, immagini e rappresentazioni del popolo sardo)

 

Venerdì 21

ore 10,00 Il Maestro Chiara Vigo “L'arte del Bisso” (l'oro del mare incontra i suoni della terra)

ore 11,30 Scuola Elementare San Simplicio presenta la recita: “Lo sposalizio nuragico”

ore 17,00 Proiezione di film, videoclip e documentari

ore 20,00 Prof. Gigi Sanna presenta il libro: “La Stele di Nora” Il Dio, Il Dono, Il Santo.

 

Sabato 22

ore 10,00 Il Maestro Chiara Vigo “L'arte del Bisso” (l'oro del mare incontra i suoni della terra)

ore 17,00 Proiezione di film, videoclip e documentari

ore 18,00 Le Launeddas del Maestro Franco Melis (storia e origini dello strumento).

ore 20,00 Lo scrittore Gianfranco Pintore presenta il libro: “Sa Losa de Osana” romanzo

 

Domenica 23

ore 10,00 Il Maestro Chiara Vigo “L'arte del Bisso” (l'oro del mare incontra i suoni della terra)

ore 20,00 M. P. Zedda archeoastronomo presenta il libro: “Archeologia del paesaggio nuragico”

 

Tutti i giorni

ore 09.00 - 13.00/16.00 - 22.00

Salvatore Sechi (Degonare), pittura (fantasie nuragiche),

Ugo Cossu, scultura (Le origini del futuro)

Time Trip Projet, fotografia (Pedras 'e Lughes)

Veronica Usula, tessitura (Trame scritte da un linguaggio dimenticato)

Nati Strani musica etnica

NuragicART esposizione disegni realizzati dai bambini

 

Venerdì 21 SITI ARCHEOLOGICI

ore 09,30 Tomba dei Giganti “Su monte de s'Abe”: escursione per le scolaresche con gli asinelli dell'assoc. “Asini si nasce … e io lo nakkui. Con la collaborazione della Coop. Iolao

 

Domenica 23

ore 18,00 Pozzo Sacro Sa Testa - Teatro: ”Suspu mudu - il sospiro saggio“ G. Murranca e Grazia Dentoni

 

Con la collaborazione della Cooperativa Iolao

Tutti i giorni PARCO FLUVIALE PADRONGIANUS

ore 09,00-14,00 (Esposizione) Scuola Primaria di Rudalza presenta il progetto: Il Nuraghe tra realtà e fantasia

(Laboratori) “Sa Rundine” laboratori di archeologia sperimentale

 

 

 

ECOTURISMO - A Cagliari Inaugurazione di BiciNuragica

bicinuragica.jpg

 

L’Associazione Culturale HyperionArt invita a partecipare a

 

“BiciNuragica – Poesia 2012”

 

 

“BiciNuragica” – Poesia 2012: Sardegna come viaggio lento, scrittura, voce, territorio, musica, cultura, tradizioni e oltre … Cagliari, Carbonia, Carloforte, Villacidro, Oristano, Busachi, Orotelli, Bosa, Uri, Sassari, Tempio Pausania, Loiri-Porto San Paolo, Olbia, e altre località sarde (letteratura, cicloturismo, ambiente, musica, tradizioni), dal 5 al 16 agosto 2012.

 

Inaugurazione

Domenica 5 agosto 2012, alle ore 19.30  negli eleganti saloni dellHotel Regina Margherita di Cagliari, si terrà l’inaugurazione e la presentazione del tour ciclopoetico “BiciNuragica – Poesia 2012”. La serata, a ingresso libero e gratuito, prevede un reading di poesie, musica, arte ed altro ancora….. Aperitivo finale.

In apertura il poeta Ugo Magnanti, ideatore, curatore e Direttore Artistico dell’evento, porterà il saluto simbolico del Sindaco di Nettuno e del Sindaco di Anzio  alle Autorità Cagliaritane.      

 

L’incontro è a cura dell’Associazione Culturale HyperionArt di Cagliari in collaborazione con l’Hotel Regina Margherita di Cagliari e con il Patrocinio della Regione Sardegna,del Comune e della Provincia di Cagliari.  

 

Hanno confermato la loro presenza alla serata l’Assessore alla Cultura del Comune di Cagliari Enrica Puggioni e l’Assessore all’Ambiente della Provincia di Cagliari Ignazio Tolu. 

 

 

Interverranno insieme ai BiciNuragici:

 

- Paola Alcioni, Maria Grazia Esu, Gavino Angius, Anna Cristina Serra, Giuseppe Boy, Stefania Sergi.

 - Duo Arpège Tiziana Loi e Maria Chiara Vittone, arpiste e musiciste, che apriranno la serata con una  selezione di brani scelti.    

- Massimo Carta, pittore e  poeta, che presenterà una selezione dei suoi splendidi acquarelli uniti alla leggerezza della poesia.

- Associazione Culturale Iscandula che presenterà una breve conferenza tenuta dal prof. Dante Olianas dal titolo “Launeddas, storia e sociologia del millenario strumento sardo”.  

- Roberto Corona, etno-musicologo, dell’Associazione Culturale Arte e Suoni, che eseguirà alle Launeddas alcuni brani della tradizione musicale sarda.

- Giovannella Dall’Ara, co-fondatrice dell’Associazione Scirarindi che farà un intervento dal titolo  “Slow is cool - Elogio della lentezza per una vita moderna dai ritmi umani”.

- Paolo Zedda e Daniele Filia, poeti, che presenteranno “Mutetos a basciu e contra” una gara di improvvisazione poetica  accompagnata dai musicisti Angelo Secci e Luca Farci.   

- “Borracce di poesia”,  di Alessandro Ricci, di Pescara, quartine da lui scritte, che raccontano il mondo visto dalla bici, che saranno distribuite, estratte dalle borracce, e lette da alcuni degli artisti presenti.

- Cristina Pusceddu, co-fondatrice dell’Associazione Scirarindi che introdurrà gli ospiti della serata.

 

Info: 333 4730227 – 070 662892 - hyperionart@tiscali.it

 

“BiciNuragica” – Poesia 2012: Sardegna come viaggio lento, scrittura, voce, territorio, musica, cultura, tradizioni e oltre … Cagliari, Carbonia, Carloforte, Villacidro, Oristano, Busachi, Orotelli, Bosa, Uri, Sassari, Tempio Pausania, Loiri-Porto San Paolo, Olbia, e altre località sarde (letteratura, cicloturismo, ambiente, musica, tradizioni),dal 5 al 16 agosto 2012. 

Domenica 5 agosto 2012, alle ore 19.30, all’Hotel Regina Margherita di Cagliari, serata inaugurale, col patrocinio della Regione Sardegna, della Provincia di Cagliari e del Comune di Cagliari, dell’evento ciclopoetico“BiciNuragica” – Poesia 2012”: Sardegna come viaggio lento, scrittura, voce, territorio, musica, cultura, tradizioni e oltre … , a cura di Ugo Magnanti.

La manifestazione, patrocinata anche dalle città laziali di Nettuno e di Anzio, è promossa e organizzata da Fusibilia Associazione (http://www.fusibilia.it/), in coordinamento con l’Associazione Culturale HyperionArt di Cagliari, e in collaborazione con vari enti e realtà isolane, dalle più prestigiose istituzioni letterarie come la Fondazione “Giuseppe Dessì” di Villacidro e il “Progetto Ottobre in Poesia” di Sassari, alle più attive e importanti Associazioni che operano in ambito culturale sul territorio sardo come Botti Du Shcoggiu di Carloforte, Teatro del Sottosuolo di Carbonia, Teatro dell’Oppresso (sezione di Bosa), o come la Cooperativa La Memoria Storica di Cagliari, e l’Antiquarium Arborense – Museo Archeologico “Giuseppe Pau” di Oristano,  fino alle Amministrazioni Comunali di Busachi, Orotelli, Uri, Carbonia, Bosa, Loiri-Porto San Paolo, e la Pro Loco di Tempio Pausania, all’Assessorato Turismo, Eventi, Cultura e Sport della Provincia di Carbonia-Iglesias, nonché con l’apporto di dinamiche presenze culturali dell’Isola come la Libreria Ti con zero di Bosa, e l’Associazione Libraialcentro di Sassari, o enogastonomiche, come Enoteca Verdefiume di Bosa, e Enoturismo in Sardegna di Giuliano Lenzini, o turistiche, come l’Hotel Regina Margherita di Cagliari, e l’Hotel La Baja di Santa Caterina di Pittinuri, Cuglieri  (Oristano).

Questa rassegna poetica itinerante in bicicletta, che prevede reading, musica, performance on the road, interviste-happening, annotazioni sugli aspetti urbanistici-ambientali dei territori attraversati, e altro, farà tappa in diverse località dell’Isola, vale a dire Cagliari, Carbonia, Carloforte, Villacidro, Oristano, Busachi, Orotelli, Bosa, Uri, Sassari, Tempio Pausania, Loiri-Porto San Paolo, toccando altre località sarde, per concludersi il 16 agosto a Olbia, con un breve happening on the road di congedo presso l’imbarco della Stazione Marittima Isola Bianca.

Insieme al poeta Ugo Magnanti parteciperanno alla manifestazione il ‘suonicista randagio’ Daniele Contardo, il geometra Fabrizio Lenza, e la giornalista e scrittrice Sonia Topazio.

Il gruppo di “BiciNuragica” percorrerà il tragitto in bicicletta portando poesia, in senso stretto e in senso lato, nei luoghi storici, nelle piazze e nelle strade delle città attraversate.

Ad ogni tappa corrisponderà un incontro, nel quale poeti, musicisti, e artisti sardi si affiancheranno al gruppo itinerante di “BiciNuragica”. Proprio alla cultura sarda, tradizionale e contemporanea, sarà riservato ampio spazio nel corso della manifestazione: sono infatti previste importanti partecipazioni di autori sardi, come pure contributi più spontanei.

L’iniziativa “BiciNuragica” esprime una sintesi fra le origini dell’evento, individuabili nel format “Sicilia Poetry Bike” del 2008 e del 2009, caratterizzato soprattutto da incontri letterari prestabiliti, e gli sviluppi degli anni successivi, in particolare di “EpoSillàBici” 2011, in cui si ampliano le modalità della ciclopoetica immettendovi una più spiccata dimensione civico-ecologia e territoriale, estendendo la parte relativa agli happening poetici on the road, e introducendo scritture in itinere, ed estemporanei incontri-interviste con poeti, scrittori, artisti, abitanti dei territori.

Aderisce all’iniziativa il progetto “Borracce di Poesia” del ciclopoeta Alessandro Ricci, che già dal 2007 ha avuto l’idea di coniugare la poesia con la bicicletta, partecipando a varie manifestazioni. Durante l’inaugurazione di Cagliari, le sue quartine, che raccontano il mondo visto dalla bici, saranno distribuite, estratte dalle borracce, e lette da alcuni degli artisti presenti.

Tutta la manifestazione, da Cagliari a Olbia, sarà seguita in diretta dalla radio pontina MusicaRadio 101.5, con brevi collegamenti telefonici quotidiani, curati da Antonella Melito. Inoltre ogni giorno su Radio Freerumble si potrà seguire l’evento con un podcast riassuntivo della tappa.

L’evento avrà un preludio il venerdì 3 agosto nella Città di Nettuno, in provincia di Roma, dove vi sarà una conferenza stampa con partenza simbolica verso l’Isola. Si rinnova così lo stretto legame della città tirrenica con le origini di questo evento, a partire dal “Sicilia Poetry Bike” del 2008, quando il sindaco di Nettuno trasmise al ‘cittadino’ Ugo Magnanti un messaggio di ‘amicizia mediterranea’ da portare nelle città attraversate.

Anche la Città di Anzio conferma la sua adesione all’iniziativa ciclopoetica, come già lo scorso anno in favore di “Eposillabici: il geometra e il poeta”: Rimini-Anzio ricordando Amilcare Cipriani, nel 150° anniversario dell’unità nazionale.

Il logo di “BiciNuragica” è stato realizzato da Paolo Baghino.

 

Info:

 BiciNuragica – Poesia 2012

- [Web: http://bicinuragica.net/      

Cell: 3471808068 -   bicinuragica@libero.it

- [Web: http://www.fusibilia.it/     

Cell: 3460882439 -    fusibilia@gmail.com

- [Web: http://www.scirarindi.org/scirarindi/?q=node/1338   

Cell: 3334730227 –  hyperionart@tiscali.it

 

 

I BICINURAGICI 

Ugo Magnanti, poeta e promotore, ha ideato e diretto numerose manifestazioni letterarie in diverse città italiane, fra cui la rassegna “Nettuno Fiera di Poesia 2010”, curando azioni ed eventi, come “Otto poeti nell’immondizia”, “Poesie vomitate contro la Turbogas”, il body poem “Notte di Valpurga”, “Petali-parole di desiderio”, “Icaro e Dedalo, Ditirambi No Turbogas: poeti paracadutati”, “Duetti Misti Incrociati” (2008-2011), “8 poetesse x l’8 marzo” (2008-12) e, in ambito ciclopoetico, “Sicilia Poetry Bike” (2008-2009), ed “EpoSillàBici (Il geometra e il poeta)”. Ha pubblicato, fra l’altro, la raccolta di poesie “Rapido blé”, e le plaquette “20 risacche”, “Poesie del santo che non sei”, “Il battito argentino”. Come editore ha curato raffinate pubblicazioni, fra le ultime: “Sogni di terre lontane” di Gabriele D’Annunzio, e il poema cinquecentesco “Alceo” di Antonio Ongaro. Nato a Nettuno, vive e lavora come insegnante fra Anzio e Nettuno. 

Daniele Contardo, polistrumentista (chitarre, liuto, fisarmonica, organetto, flauti, percussioni, organetto diatonico), e raccontastorie appassionato di cultura folk, è stato fra i protagonisti, con il gruppo ‘Abesibé’, del teatro di strada degli anni ‘90, sperimentando linguaggi del teatro giullaresco e popolare, fino all’esperienza di ricostruzione di una Compagnia di Commedia dell’Arte, con spettacoli rappresentati in un carro-teatro trainato da cavalli. In ambito ciclomusicale e cicloletterario ha curato o partecipato a viaggi in bicicletta, quali “2 Ruote di Resistenza” 2008, (Valsusa-Mugello), “CicloPoEtica” 2010 (Torino-Venezia), “Lo Sbarco-La Nave dei Diritti” 2010 (Barcellona-Genova). Ha partecipato a festival e curato progetti fra cui “La Terra tra l’acqua e il Fuoco”, “Volterrateatro”, “Mercantia”, “In/Canti & Banchi”. Collabora con i ‘Modena City Ramblers’, con i quali ha partecipato all’ultimo album “Battaglione Alleato”, nonché ai precedenti, “Viva la vida, muera la muerte!”, e “Appunti Partigiani”, e con i quali ha condiviso importanti progetti, fra cui “Treno per Auschwitz” (I edizione), “Acqua per la pace”, concerti nei Territori Occupati di Palestina, “Onda Libera”, carovana musicale itinerante antimafia. Collabora con realtà e istituzioni anche come consulente e relatore. È nato e vive a Torino. 

Fabrizio Lenza, geometra con vari sconfinamenti in ambito artistico. Nel 2011 ha partecipato per l’aspetto urbanistico e ambientale al viaggio ciclopoetico “EpoSillàBici (Il geometra e il poeta)”, evento di poesia, cicloturismo, ecologia, cultura, cittadinanza, da Rimini ad Anzio in bicicletta, attraversando città, luoghi, immagini, genti, happening poetici, e ricordando Amilcare Cipriani, nel 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Nel 2010 ha collaborato con la rassegna “Nettuno Fiera di Poesia 2010”, e nel 2012 con la V edizione di “8 poetesse x l’8 marzo”. Dal 2008 al 2010 ha fatto parte del gruppo di ascolto musicale dello storico locale ‘The Place’ di Roma, sede privilegiata dell’ensemble musicale “Rossoantico”. Iscritto all’Albo del Collegio Provinciale dei Geometri di Roma, per il cui bimestrale “Geopunto” ha scritto alcuni articoli, si occupa, prevalentemente, di programmazione e gestione ufficio gare per una delle imprese di costruzioni di maggior rilievo a livello nazionale. Esperto di elementi che concorrono alla realizzazione di opere strutturali in acciaio ha partecipato alla realizzazione di varie opere, in particolare nelle regioni Lazio, Abruzzo, Toscana ed Emilia Romagna. È nato a Roma e vive a Nettuno. 

Sonia Topazio, attrice, giornalista e autrice, ha recitato in vari spettacoli teatrali, con la regia, fra gli altri, di Mauro Bolognini e Giorgio Albertazzi, e ha lavorato nel cinema con vari autori, fra cui Dario Argento e Marco Ferreri. Per la televisione ha partecipato al varietà “Macao” su Rai Due, e ha condotto“I quattro elementi”, programma scientifico divulgativo su Uno Sat, nonché“Runners”, trasmissione sportiva sul podismo in onda per Telelazio. Come autrice si è occupata di divulgazione scientifica, con articoli su quotidiani e riviste, tra cui “Il Messaggero”, curando con il geologo Franco Foresta Martin l’“Agenda della Terra” – 2008, e di narrativa con il romanzo “Il taglio nell’anima”, e racconti usciti in antologie di Perrone Editore. Negli anni ottanta ha praticato l’atletica leggera salendo varie volte sul podio in competizioni nazionali, 400 e 800 m., categoria juniores. Direttrice della rivista on line “Conosco Imparo Prevengo”, ha ideato e realizzato il social network “FreeRumble” (www.freerumble.com) È nata a Potenza e vive a Roma, dove lavora come capo ufficio stampa dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

 

 

 

ECOTURISMO - A Crastazza il 3 maggio la tappa n.4 di Foreste Aperte

logo_foreste_aperte.jpg

Il complesso forestale di Crastazza-Tepilora ricade a pieno titolo all'interno del Parco Naturale Regionale dell'Oasi di Tepilora finalizzato alla conservazione e tutela delle risorse naturali e alla creazione di occasioni di sviluppo sostenibile.

 

LA MANIFESTAZIONE FORESTE APERTE

LA BROCHURE DI DETTAGLIO PER CRASTAZZA [file pdf]

Inquadramento geografico e amministrativo:
Provincia: Nuoro Comune: Bitti Superficie: ha 2525

Descrizione generale
Il Complesso Forestale comprende due corpi separati “Crastazza” e “Tepilora” censiti in agro del comune di Bitti e ricade in un’area montana di notevole interesse ambientale e paesaggistico. Dal punto di vista altimetrico si varia da m. 68 s.l.m.(Rio Posada) a m.979 s.l.m.di “Nodu Pedra Orteddu”. L’unità territoriale di Crastazza è la più estesa con una superficie di 2179.30.83 ettari.
Su questi terreni a partire dal 1980 furono finanziati dalla Cassa per il Mezzogiorno progetti di forestazione che la Sarfor S.p.A portò a compimento nel 1986.
L’ intervento interessò il rimboschimento di quelle aree dove il fuoco ed il pascolamento eccessivo avevano fortemente degradato il terreno e la vegetazione residua (costituita essenzialmente da cisto). Per l’impianto vennero utilizzate essenzialmente conifere (P. Pinaster, P.Radiata, P.Laricio, etc.). L’ intero perimetro fu dotato di infrastrutture quali viabilità di servizio ,recinzioni , fasce parafuoco perimetrali ,fabbricati e un piccolo invaso per difesa antincendio. Furono escluse dal rimboschimento tutte quelle aree dove la vegetazione spontanea costituita da leccio, corbezzolo, fillirea, erica e ginepro si presentavano in condizioni di discreto vigore, nonché le tare rocciose costituite dagli affioramenti del batolite.
Tepilora con i suoi 346 ettari circa forma un corpo separato, i cui limiti sono dati ad Est.dal Rio Posada,a Sud dal Rio Scala e Silvone, mentre a Ovest e a Nord dai confini dell’A.F.D.R.S. di “Sos Littos e Sas Tumbas” e da alcuni privati.
Anche in questo caso si tratta di una zona caratterizzata da una serie di colline di origine granitica di cui la punta di Tepilora (m.528 s.l.m.) domina i pianori e le vallette più o meno incise dai corsi d’acqua a carattere stagionale che defluiscono nel rio Posada(m.68 s.l.m.).
Dal punto di vista vincolistico le FD di Crastazza e Tepilora sono soggette a:
Vincolo idrogeologico ai sensi del R.D. 3267/23
Vincolo paesaggistico ai sensi del D.Lgs. 490/99
Riserva Naturale “Tepilora” istituita ai sensi della L.R. 31/89
Data l’importanza dell’area dal punto di vista ambientale e paesaggistico il 20 ottobre 2005 a Bitti, con il Consiglio Comunale riunito in seduta straordinaria aperta, è stato stipulato un apposito Protocollo d’Intesa tra l’Assessore Regionale della Difesa dell’Ambiente, il Presidente della Provincia di Nuoro, il Sindaco del Comune di Bitti e il Presidente dell’Ente Foreste della Sardegna, nel quale si concorda l’istituzione del Parco Naturale Regionale dell’Oasi di Tepilora finalizzato alla conservazione e tutela delle risorse naturali e alla creazione di occasioni di sviluppo sostenibile con ricadute economiche positive su tutto il territorio circostante. Il Parco dell’Oasi di Tepilora ha un’estensione di circa 5.000 ettari nel territorio montano del Comune e comprende le foreste demaniali di Sos Littos e Crastazza. Il Parco, vasto 4700 ettari, sta attorno al monte Tepilora, punta solitaria che guarda verso il lago di Posada. Dal 1989 Tepilora è riserva naturale. Il profilo di roccia, dalla caratteristica forma triangolare, svetta in un'area impervia e selvaggia che confina con le zone rimboschite di Littos e Crastazza. Sono terre quasi tutte di proprietà della Regione, gestite dall'Ente foreste. I privati ne hanno in mano solo piccoli scampoli. L'Ente foreste gestisce attualmente 4200 ettari. La proprietà privata equivale a 430 ettari di cui 230 ricadono nella riserva naturale di Tepilora e sono vincolati da tempo. Gli altri 200 sono oggetto di una trattativa tra il proprietario e l'Ente foreste che punta alla loro acquisizione. L’Ente foreste entra perciò a pieno titolo nell'istituzione del Parco.

Aspetti geopedologici
Il massiccio granitico dell’altopiano caratterizza geomorfologicamente buona parte del territorio del Comune di Bitti. Il substrato litologico, risalente all’orogenesi alpina, ha una struttura geologica dominata quantitativamente da materiali intrusivi fortemente acidi, di estrema durezza, di difficile alterabilità, dove l’azione degli agenti atmosferici si rende manifesta solo nei tempi lunghi. L’alta percentuale dei materiali sabbiosi (70/75%) determina le caratteristiche granulometriche, le argille e i materiali limosi costituiscono, in parti pressoché uguali, la restante parte percentuale.
Le caratteristiche pedologiche sono strettamente legate alla natura della roccia madre, ai parametri climatici e alla vegetazione, sinergicamente interagenti. Mentre la natura geologica e i valori climatici rimangono relativamente invariabili, la vegetazione esistente ha di continuo subito l’azione antropica in relazione alle esigenze dell’ attività economica. Caratterizzato in passato da un soprassuolo boschivo di Q. Ilex di cui, attualmente, si riscontrano tracce è scomparso a causa degli incendi ricorrenti nella zona e al taglio irrazionalmente condotto, presenta una situazione pedologica ascrivibile alla famiglia dei suoli bruni in stato di più o meno profonda involuzione. Sono presenti i Rankers bruni, Suoli bruni , con profilo (A), C ; A,C; A,(B),C.
I termini a profilo (A) ,C e A,C sono rappresentati laddove è scomparsa la foresta e costituiscono pertanto stadi di conseguente degradazione. Il profilo ABC è abbastanza rappresentato soprattutto dove il soprassuolo è recentemente scomparso o si trova in via di involuzione. I limiti funzionali di questi terreni sono espressi dalla bassa disponibilità di humus , dalla semplicità del profilo e dalla poca profondita’; elementi che si ripercuotono negativamente sulla funzione regimante delle precipitazioni, con predisposizione al ruscellamento soprattutto laddove è accentuata la pendenza e sul regolare sviluppo del ciclo della sostanza organica. L’intervento in parte già attuato mira ad instaurare un equilibrato rapporto tra suolo e vegetazione, bloccando i fattori che ne determinano l’attuale fase di degradazione (incendi, pascolo) e la riattivazione del soprassuolo tramite il recupero delle ceppaie vitali e la piantagione diretta.

Aspetti climatici e fitoclimatici
La descrizione climatica delle zone d’intervento è diversa per le due zone considerate a causa soprattutto della differente altimetria, verranno quindi esaminate singolarmente.

Crastazza
La descrizione climatica di questa zona viene rapportata attraverso l’analisi delle precipitazioni e delle temperature nei loro parametri più significativi presi dall'’osservatorio di Alà Dei Sardi. I dati sono alquanto attendibili perché presi in un osservatorio dell’altopiano e quindi molto simili alla stazione di Bitti. I fenomeni climatici saranno analizzati esaminando le precipitazioni e i dati termici nei loro valori annuali e stagionali. I dati termici e pluviometrici vengono comparati fra loro attraverso il diagramma di Wolth e Leith al fine di rendere con immediatezza le principali caratteristiche climatiche della stazione. Le precipitazioni medie annue riferite a 42 anni di osservazione sono di mm. 1.079. Le precipitazioni medie stagionali sono: Inv. 415, Prim. 276, Est. 54, Aut. 334; i giorni piovosi 79 (fonte – P.V. Arrigoni-Fitoclimatologia della Sardegna ). Si nota subito un massimo di precipitazione invernale e un minimo durante il periodo estivo. Tramite i coefficienti pluviometrici relativi stagionali, si determina un regime pluviometrico Inverno-Autunno-Primavera-Estate (IAPE) che peraltro è il più comune per l’Isola. Si è voluto calcolare anche l’indice di Fournier, il cui valore (25.8) esprime una notevole capacità erosiva del clima, contribuendo notevolmente alla degradazione pedologica, accentuata nel caso della stazione forestale di Bitti dalla precedente scarsa protezione offerta dalla vegetazione, dalla pendenza e dal terreno derivante da un substrato granitico, piuttosto sciolto.

Il carattere termico della stazione emerge dai dati seguenti :
Media max annuale 18,2 °C
Media min annuale 7.7 °C
Media annuale 12.9 °C
Media max mese più caldo (luglio) 29.7 °C
Media min mese più freddo (gennaio) 1.6 °C
Media del mese più caldo 22.8 °C
Media del mese più freddo 3.9 °C
Media dei minimi annui 4.6 °C
Media dei massimi annui 36.3 °C
Escursione termica annua 18.9 °C

Questi valori, in particolare la media annua (12.9 °C) la media del mese più freddo (3.9 °C) e la media dei minimi annuali (- 4.6 °C), integrati dai valori pluviometrici relativi alle precipitazione annua (1.079 mm.) ed estiva (54 mm.) inquadrano la stazione in esame nella zona del Lauretum-Sottozona fredda della classificazione fitoclimatica del Pavari.

L’esame del climatogramma di Wolth e Leith mette in evidenza un periodo di siccità fisiologicamente rilevante di gg. 72-80 circa che, pur non assumendo aspetti patologici sulla vegetazione, provoca un forte rallentamento dell’attività vegetativa con una conseguente minore produzione di biomassa dell’ecosistema.

Tepilora
Il clima di questa zona è caratterizzato dalle alte temperature primaverili-estive e dalla irregolarità delle precipitazioni per cui, considerando anche le caratteristiche edafiche, le condizioni non sono ideali per un rapido recupero e reinserimento della copertura arborea. Anche nell’area di Tepilora non è presente una stazione termopluviometrica, per cui, al fine dell’inquadramento fitoclimatico, si è fatto riferimento alle vicina stazione termopluviometrica di Torpè. Le precipitazioni sono variabili da un anno all’altro per cui ad annate piovose si alternano annate estremamente siccitose con periodi secchi che si protraggono per oltre cinque-sei mesi. Dal punto di vista fitoclimatico la zona può essere ascritta alla zona del Lauretum sottozona calda e media.

Aspetti vegetazionali
Allo stato attuale, nelle varie aree interessate dal PS/24,la vegetazione è costituita da una pineta disetanea, impiantata su lavorazione andante con una densità di circa 1.800 piante per ettaro che copre una superficie di circa 739 ettari ,mentre nelle zone in pendenza l’impianto è stato fatto su lavorazione localizzata a gradoni,con impianto in doppia fila con una densità per ettaro di 1500 piante su una superficie di 685 ettari circa. Tra le specie impiegate quelle che più di altre,sia per la scelta dei siti d’impianto,che per le caratteristiche proprie della specie,hanno raggiunto i maggiori accrescimenti sono il Pinus Pinaster e P.Insigne. Nelle altre zone dove esisteva una discreta copertura vegetale,su una superficie di circa 600 ettari,l’assenza del pascolo e degli incendi ha permesso la crescita e l’affermarsi del bosco naturale,con il Leccio e il Ginepro predominanti nelle zone alte, mentre in quelle più basse è presente la Sughera. Diversa è la situazione nell’area di Tepilora, dove non si è attuato nessun tipo d’intervento ed esistono ancora superfici fortemente degradate alternate ad altre risparmiate dal morso del bestiame e dagli incendi con buona presenza di macchia mediterranea ricca di Sughera e Leccio. Alle fase d’impianto e dopo le prime cure colturali effettuate dalla ex Sarfor nel perimetro di Crastazza ,occorre ora far seguire un organico piano d’interventi per mettere l’intero sistema nelle migliori condizioni vegetative ,assicurando la perpetuità dei soprassuoli ed ottimizzando la produzione legnosa.

Aspetti faunistici
La F.D. di Crastazza e Tepilora dal punto di vista faunistico annovera specie tipiche della macchia mediterranea come il Cinghiale, la Lepre sarda, la Volpe, il Gatto selvatico. Negli ultimi anni sono stati avvistati alcuni esemplari di Daino e di Muflone provenienti dalla vicina foresta di Sos Littos- Sas Tumbas. L’E.F.S. ha cominciato da qualche anno ad effettuare, con buoni risultati, il ripopolamento della Pernice sarda, predisponendo le necessarie voliere di pre-ambientamento.

Come si raggiunge:
L'area è agevolmente accessibile attraverso la viabilità principale statale e provinciale. Alla F.D. Crastazza-Sos Littos si accede attraverso tre distinte strade, in sintesi dalla strada Comunale Buddusò-Piras; da Bitti strada comunale Bitti-Sos Littos; Strada Provinciale Torpè-Alà dei Sardi.

Documenti correlati
Carta della foresta demaniale
Consistenza organica personale operaio presso F.D. di Crastazza-Tepilora [file .pdf]


 

ECOTURISMO - A Montes l'ultima tappa di Foreste Aperte

Foresta demaniale di Montes

Ecco giunta l'ultima tappa della manifestazione Foreste Aperte, che ha posto l'attenzione sullo splendido patrimonio naturalistico dell'isola, facendo scoprire a tante persone angoli di incontaminati di Sardegna.

Questo weekend, il 16 e 17 maggio è la volta della Foresta demaniale di Montes. Situata interamente nel territorio comunale di Orgosolo, la Foresta di Montes si estende dai primi contrafforti del Gennargentu all’alta valle del Cedrino, comprendendo all’interno parte del Supramonte sino al Rio Flumineddu, che ne costituisce il confine orientale.

Montes offre un insieme di meravigliosi paesaggi al cui interno è possibile ammirare specie di particolare interesse naturalistico. La straordinaria lecceta primaria di “Sas Baddes”, tra le poche superstiti nel continente europe, è uno dei luoghi più suggestivi della Sardegna.

Spettacolare è il paesaggio che si affaccia sul pianoro di “Su Mudrecu”, caratterizzato dalle forme tragiche e allo stesso tempo uniche dei ginepri scheletrici, residui dell’evento incendiario catastrofico che distrusse la foresta nel 1931.

Particolarmente interessante dal punto di vista naturalistico è Monte Novo San Giovanni con le sue guglie alte fino a 70 metri, facilmente raggiungibile attraverso un sentiero forse di origine preistorica. Tra le specie faunistiche sono presenti l’acquila reale, l’astore e il corvo imperiale.

Lungo il tragitto che da Funtana Bona porta alla località Sa Senepida si incontrano numerosi “Cuiles”, gli ovili dei pastori con i caratteristici “Pinnetos”, ricoveri per gli abitanti della montagna, costruiti su base di pietra e copertura in legno e frasche. In prossimità del fiume che attraversa la valle Sa Senepida si incontrano due tombe di giganti e nel cuore della foresta è possibile vedere i resti di un’imponente nuraghe, il Nuraghe Mereu particolare per il suo colore bianco, in quanto costruito con massi di calcare; un eccezionale monumento affacciato sulle pareti tagliate della gola di Gorropu.

Vivere la montagna è uno dei modi più belli per difenderla dagli incendi, dalla caccia di frodo, e per educare i nostri figli a muoversi in armonia con l’ambiente.

Il programma dettagliato per Montes [file pdf]

Pubblicato il 14/05/09

ECOTURISMO - Autunno in Barbagia 2010

Autunno_in_Barbagia

 

Cortes Apertas 2010

Anche quest’anno torna come ormai da tradizione l'attesissimo appuntamento di Autunno in Barbagia 2010, la rassegna itinerante Cortes Apertas, che consente di immergersi in un percorso fuori dal tempo per conoscere il territorio, la storia, la cultura e i prodotti enogastronomici dei paesi della Barbagia.

Autunno in Barbagia 2010 fino al 19 dicembre coinvolge 27 paesi che ogni fine settimana offrono la loro tradizionale ospitalità nelle caratteristiche Cortes: sarà possibile visitare gli stand dei prodotti tipici, i laboratori artigianali degli antichi mestieri, le bellezze storiche e folkloristiche locali. Un invito rivolto al visitatore curioso che cerca la sintonia con la natura selvaggia della montagna, i prodotti unici di saperi millenari e le tradizioni della cultura agro-pastorale sarda.
Autunno in Barbagia, calendario completo Cortes Apertas 2010


Settembre 2010:

3-4-5 settembre 2010: Teti
10-11-12 settembre 2010: Bitti

17-18-19 settembre 2010: Oliena
24-25-26 settembre 2010: Austis
24-25-26 settembre 2010: Orgosolo


Ottobre 2010:

1-2-3 ottobre 2010: Tonara
2-3 ottobre 2010: Orani
8-9-10 ottobre 2010: Meana Sardo
8-9-10 ottobre 2010: Gavoi 
8-9-10 ottobre 2010: Ollolai
16-17 ottobre 2010: Onanì
22-23-24 ottobre 2010: Belvì
22-23-24 ottobre 2010: Dorgali
22-23-24 ottobre 2010: Sorgono
30-31 ottobre 2010: Aritzo
30-31 ottobre 2010: Desulo


Novembre 2010:

1 novembre 2010: Desulo (vedi anche 30 e 31 ottobre)
5-6-7 novembre 2010: Mamoiada
12-13-14 novembre 2010: Ovodda
13-14 novembre 2010: Lollove
19-20-21 novembre 2010: Tiana
27-28 novembre 2010: Atzara


Dicembre 2010:

3-4-5 dicembre 2010: Gadoni
3-4-5 dicembre 2010: Olzai
8-9-10-11-12 dicembre 2010: Fonni
10-11-12 dicembre 2010: Nuoro
17-18-19 dicembre 2010: Orune 

 

ECOTURISMO - Belati e Ronzii

logo_villa_silli.gif

 Le bio-golosità del latte e del miele

 

A Siddi il 30 maggio

 

Per saperne di più sul profondo legame tra l’uomo, l’ambiente e gli animali, sulla vita del pastore e quella delle api, sull’assaggio come strumento per la scoperta delle nostre capacità sensoriali.

 

La giornata, proposta dalla Cooperativa Villa Silli, comincia al Parco Sa Fogaia di Siddi, dove l’apicoltore Massimiliano accompagna i visitatori nel mondo delle api e della loro complessa organizzazione sociale, insieme alla presentazione di piante “amiche”, nemici, prodotti dell’alveare e altre curiosità.

Segue una visita al laboratorio e agli strumenti impiegati nella produzione, con l’allevatore che fa partecipare i “nuovi apicoltori” ad alcune fasi legate all’estrazione del miele.  Il gusto e la consapevolezza del lavoro svolto, rende a questo punto l’assaggio offerto ancora più ghiotto.

 

Il pranzo, che si tiene in un delizioso agriturismo della zona, consente una ulteriore occasione per farsi catturare dai dolci sapori del miele e del formaggio.

Nel pomeriggio si torna a Siddi, per un singolare incontro con Giuditta che, prendendo “per mano” i partecipanti, li conduce nel complesso mondo della pastorizia attraverso il racconto di  esperienze, segreti e saperi legati al suo lavoro.

Compresa la preparazione del formaggio, un’arte che da secoli è riconosciuta solo ai depositari di antiche esperienze. Ecco quindi l’opportunità di osservare Giuditta mentre prepara il latte appena munto, come lo sistema nei contenitori, in che modo lo lavora per trasformarlo in formaggio e ricotta.

Seguono poi momenti di profonde emozioni assaporando su casu axedu e su calladeddu, alimenti buoni e genuini, da sempre di grande importanza nella dieta agropastorale.

 

Quando: domenica 30 maggio

              ore 10.00 presso la piazza Leonardo da Vinci di Siddi (VS)

 

 

Per info:  Tel/fax 070.939888 – Cell. 347 5116787

coopvillasilli@gmail.comwww.villasilli.it

 

 

N° partecipanti: minimo 25.

 

Costo: € 28,00 a persona

(comprende l’ingresso al Parco, lo svolgimento delle attività con l’apicoltore e il pastore, l’accompagnamento, il pranzo in agriturismo e le degustazioni).

 

Nota: L’escursione può essere prenotata fino a 5 giorni prima chiamando ai nostri numeri.

 

ECOTURISMO - BiciNuragica torna in Sardegna

bici nuragica 2015.

BiciNuragica – Poesia 2015

Martedì 4 agosto 2015 si inaugura a Cagliari, presso l’Hotel Regina Margherita, la quarta edizione dell’evento ciclopoetico 

“BiciNuragica – Poesia” 2015Sardegna come viaggio lento, scrittura, voce, musica, arte, cultura, territorio, tradizioni e oltre ,  ideato e curato da Ugo Magnanti

Per questa edizione i bicinuragici sono: Daniele Contardo, Claudia Tifi, Nica Mammì, Ugo Magnanti, Dona Amati.

“BiciNuragica – Poesia” 2015, patrocinata dalla Regione Sardegna e dal Comune di Cagliari è promossa e organizzata da Fusibilia Associazione e dall’Associazione HyperionArt di Cagliari, presidente Maurizio Iodice, con l’apporto tecnico dell’Associazione Amici della Bicicletta Cagliari, rappresentata per l’occasione da Andrea Olla, fra i più importanti promotori sardi della ciclo-mobilità. 

La rassegna poetica itinerante in bicicletta, che prevede incontri di poesia, musica, micro reportage dei territori, e arte varia, si aprirà il 4 agosto a Cagliari per concludersi il 15 agosto, quest’anno per la prima volta nella stessa città di partenza.

Il gruppo di “BiciNuragica” percorrerà il tragitto in bicicletta portando poesia, in senso stretto e in senso lato, nei luoghi storici, nelle piazze e nelle strade delle città attraversate.

Ad ogni tappa di “BiciNuragica - Poesia” corrisponderà un incontro, nel quale, poeti, musicisti, e artisti sardi si affiancheranno al gruppo ciclo itinerante di BiciNuragica. Proprio alla cultura sarda, tradizionale e contemporanea, sarà riservato ampio spazio nel corso della manifestazione.

Il logo di “BiciNuragica” è stato realizzato da Paolo Baghino.

Fusibilia Associazione http://www.fusibilia.it/ 

Associazione Culturale HyperionArt  http://www.scirarindi.org/scirarindi/?q=node/1338,

Tour e Programma 2015

Martedì 4 agosto 2015, alle ore 21.00, nei saloni dell’Hotel Regina Margherita di Cagliari, si apre la quarta edizione del tour ciclopoetico “BiciNuragica – Poesia” 2015, con Ugo Magnanti, Daniele Contardo, Claudia Tifi, Nica Mammì, Dona Amati. L’evento, con aperitivo artistico e reading d’apertura, è a cura dell’Associazione Culturale HyperionArt.

Interverranno insieme ai BiciNuragici: Efisio Cadoni, Maurizio Iodice, Gavino Angius, Fabrizio Raccis, Carmen Salis, Sergio OnnisGianluca Lindiri, Carlo Congia, Maria Teresa Tedde, Rosaria Floris, Cristina Balia con Alberto Tamponi alla chitarra, Angelica Piras con Marco Floris alla chitarra. L’incontro sarà coordinato da Cristina Pusceddu, per l’Associazione Scirarindi.  

Questa tappa è stata organizzata in collaborazione e col supporto di:

Associazione Culturale HyperionArt, Via Sebastiano Satta 38, Cagliari. [Web: http://www.scirarindi.org/scirarindi/?q=node/1338  - E mail: hyperionart@tiscali.it - Tel/Fax: 070662892]

Hotel Regina Margherita, Viale Regina Margherita 44, Cagliari.

[Web: http://www.hotelreginamargherita.com/ - E mail: booking@hotelreginamargherita.com - Tel: +39070670342 - Fax: +39070668325 - Fb]

Associazione Culturale Scirarindi, Via Cagliari 2, Sinnai (Cagliari).

[Web: http://www.scirarindi.org - E mail: info@scirarindi.org - Tel/Fax: +39070781306 - Cell: 3331944325  – 3474303501]

 

*** 

Mercoledì 5 agosto 2015, alle ore 20.30, “BiciNuragica – Poesia 2015”, con Ugo Magnanti, Daniele Contardo, Claudia Tifi, Nica Mammì, Dona Amati, si svolgerà nella Casa della Cultura in Via Giulio Cesare 37 Monserrato, a cura dell’Amministrazione Comunale di Monserrato.

Interverranno insieme ai BiciNuragiciEnrica Meloni, Fabrizio Raccis, Fabio Pinna, Claudia Musio, il musicista Jo Navjo, e il cantadore ciclista Cosimo Lai.

Questa tappa è stata organizzata in collaborazione e col supporto di:

Comune di Monserrato, Piazza Maria Vergine 1, Monserrato (Cagliari).

[Web: www.comune.monserrato.ca.it - E mail: sport-cultura-spettacolo@comune-monserrato.it  – Tel: 0705792518  – Fax: 0705792709]

*** 

Giovedì 6 agosto 2015, alle ore 19.00, “BiciNuragica – Poesia 2015”, con Ugo Magnanti, Daniele Contardo, Claudia Tifi, Nica Mammì, Dona Amati, si svolgerà presso il Museo del Grano di Ortacesus, a cura dell’Amministrazione Comunale di Ortacesus.

Interverranno insieme ai BiciNuragici: Dante Erriu e Teresina Secci.  

Questa tappa è stata organizzata in collaborazione e col supporto di:

Comune di Ortacesus, Via Giovanni XXII, Ortacesus (Cagliari).

[Web: www.comune.ortacesus.ca.it - E mail: fabrymer@tiscali.it - protocollo.ortacesus@servizipostacer - Tel: 0709804214 - Fax: 0709804217]

*** 

Venerdì 7 agosto 2015, alle ore 19.00, “BiciNuragica – Poesia 2015”, con Ugo Magnanti, Daniele Contardo, Claudia Tifi, Nica Mammì, Dona Amati, si svolgerà  presso la Casa del Canonico Putzu, in Via Roma 36Selargius, a cura della Fondazione Faustino Onnis Onlus, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Selargius e la Proloco Selargiuse.

Interverranno insieme ai BiciNuragiciMaurizio Tancredi, Francesca Petrucci, Ignazia Schirru, Luciano Tiepido, Guglielmo Piras, Claudia Musio, Francesco Tedde, Bruno Pisano, i musicisti maestro Franco Corda, Andrea Onnis, Marina Onidi, il cantadore Antonio Grifagno.

Questa tappa è stata organizzata in collaborazione e col supporto di:

Fondazione Faustino Onnis Onlus, Via San Paolo 34, Selargius (Cagliari).

[Web:  http://www.fondazionefo.it/ - E mail: fondazione.fo@tiscali.it  – Tel: 070.845093 –  3687855521]

*** 

Sabato 8 agosto 2015, alle ore 21.00, “BiciNuragica – Poesia 2015”, con Ugo Magnanti, Daniele Contardo, Claudia Tifi, Nica Mammì, Dona Amati, si svolgerà in località “Is Caronas de Nais” (SP 25) Silius, a cura e dell’Associazone Turistica Pro Loco Silius.

Interverranno insieme ai BiciNuragici: tra gli altri, l’Associazione Culturale “Il Convivio”, la Corale “Sante Felicita e Perpetua”, Dante Erriu, Teresina Secci.

Questa tappa è stata organizzata dall’A.T. Pro Loco Silius con il patrocinio del Comune di Silius nell’ambito del calendario di eventi “E…state a Silius”.

Pro Loco di Silius, Via Roma 3, Silius (Cagliari).

[Web:  Facebook e Twitter Proloco Silius - E mail: prolocosilius@tiscali.it  – Tel: 3406734347]

*** 

Domenica 9 agosto 2015, alle ore 21.30, “BiciNuragica – Poesia 2015”, Ugo Magnanti, Daniele Contardo, Claudia Tifi, Nica Mammì, Dona Amati, si svolgerà presso il Giardino Megalitico di San Sperate, a cura della Cooperativa Sonos di San Sperate e della Amministrazione Comunale. Sarà presente Emanuela Katia Pilloni, assessore alla cultura del Comune di San Sperate.

Interverranno insieme ai BiciNuragiciMassimo Putzu, Anna Borghi, e il gruppo Bellajanna, formazione composta da Tore Pinna voce solittu e chitarra, Paolo Lai Fisarmonica, Carlo Canè Chitarra, Francesco Lai percussioni. 

Questa tappa è stata organizzata in collaborazione e col supporto di:

Cooperativa Sonos Giardino Megalitico, Via Risorgimento 10, San Sperate (Cagliari).

[Web: Fb – Tel: 3292247877 ]

Comune di San Sperate, Via Sassari 12, San Sperate (Cagliari).

[Web: http://www.sansperate.net/- E mail: comune@sansperate.net  – Tel: 070 960401  – Fax: 07096040231]

*** 

Lunedì 10 agosto 2015, alle ore 22.00, “BiciNuragica – Poesia 2014”, con Ugo Magnanti, Claudia Tifi, Dona Amati, si svolgerà nella Piazza del Comune (Piazza Imperiale), a Selegas, a cura dell’Amministrazione Comunale di Selegas, e della Pro Loco di Selegas.

Interverranno insieme ai BiciNuragici: Dante Erriu, Teresina SecciValentina Campiglio.

Questa tappa è stata organizzata in collaborazione e col supporto di:

Comune di Selegas, Via Daga 4, Selegas (Cagliari).

[Web: http://www.comune.selegas.ca.it/  - E mail: info@comune.selegas.ca.it - selegas.ca@tiscali.it - Tel: 070985828/985343 - Fax: 070985785]

Associazione Turistica Pro Loco Selegas, Loc. Funtana de Susu, Selegas (Cagliari).

[Tel: 3482889347]

*** 

Martedì 11 agosto 2015, alle ore 19.00, “BiciNuragica – Poesia 2015”, con Ugo Magnanti, Claudia Tifi, Dona Amati, si svolgerà presso i Giardini Pubblici in Via Grande Decimoputzu, a cura dell’Amministrazione Comunale di Decimoputzu, Assessorato all’ambiente, e della Pro loco di Decimoputzu.

Interverranno insieme ai BiciNuragici: Efisio Cadoni, Cristiano DottoValentina CampiglioDJ Morpheus, DJ Nero, Roberto Sabiucciu (Player guasto), gruppo rock Tobia Collu, i gruppi open source Marcello Anoffo, e Renzo Marongiu, il cantante Samuele Serri.

Questa tappa è stata organizzata in collaborazione e col supporto di:

Comune di Decimoputzu, Piazza Municipio 1, Decimoputzu (Cagliari).

[Web: http://www.comune.decimoputzu.ca.it/- E mail: protocollo@comune.decimoputzu.ca.it  – Tel: 07096329200 ]

***  

Mercoledì 12 agosto 2015, alle ore 21.00, “BiciNuragica – Poesia 2015”, con Ugo Magnanti, Claudia Tifi, Dona Amati, si svolgerà in Piazza Oristano Villa San Pietro, a cura dell’Amministrazione Comunale di Villa San Pietro.

Interverranno insieme ai BiciNuragici: Carmen Salis, Valentina CampiglioAngelica Piras con Marco Floris alla chitarra, e Pietro Olla con un’incursione clown.

Questa tappa è stata organizzata in collaborazione e col supporto di:

Comune di Villa San Pietro, Piazza San Pietro 6, Villa San Pietro (Cagliari).

[Web: http://www.comune.villasanpietro.ca.it/ - E mail: segreteria@villasanpietro.ca.it - tola.pierluigi@tiscali.it  – Tel: 0709059042]

*** 

13 agosto 2014, alle ore 18.00, “BiciNuragica – Poesia 2014”, con Ugo Magnanti, Claudia Tifi, Dona Amati, sarà ospite presso il Centro Servizi Anziani “E. Jenner” di Quartu Sant’Elena. L’incontro è a cura di Walter Cannea.

Interverranno insieme ai BiciNuragici: Luca Giovanni Masala, Claudia Musio, Francesco Mastinu, Guido Spano, Valentina Campiglio.

Questa tappa è stata organizzata in collaborazione e col supporto di:

MAP Gestioni srl, Cooperativa KER e il Centro Servizi Anziani “E. Jenner” Quartu, Via S’Oru ‘e Mari, 13 Quartu Sant’Elena (Cagliari).

[Web:  www.centrojenner.it – E mail: infoqt@centrojenner.it - Tel:  0708006100 - 3473834021 - Fax: 0708006099]

*** 

Venerdì  14 agosto 2015, alle ore 18.00, “BiciNuragica – Poesia 2012”, con Ugo Magnanti, Claudia Tifi, Dona Amati, si svolgerà presso la Scalinata della Torre Civica di Piazza Roma a Carbonia, nell’ambito della programmazione estiva del Comune di Carbonia.

L’incontro è organizzato a cura dell’Amministrazione Comunale di Carbonia. 

Interverranno, insieme ai BiciNuragici: Claudio Moica, Giovanni Luigi Francesco Fiabane, Francesco Artuso, Ennio Meloni, Susanna Montis, Valeria Lilith Finazzi, Laura Ficco, Francesco Mastinu, Guido SpanoValentina Campiglio.

Questa tappa è stata organizzata in collaborazione e col supporto di:

Assessorato Cultura e Turismo e Assessorato Sport e Spettacolo, Comune di Carbonia, Piazza Roma 1, Carbonia (Carbonia-Iglesias).

[Web: http://www.comune.carbonia.ci.it/urbiportal/home.html –

E mail: comcarbonia@comune.carbonia.ca.it – Tel: 0781694418  –  07816941 – Fax: 078164039]

*** 

Sabato 15 agosto 2015, alle ore 21.00, nei saloni dell’Hotel Regina Margherita di Cagliari, si chiude la quarta edizione del tour ciclopoetico “BiciNuragica – Poesia” 2015, con Ugo Magnanti, Claudia Tifi, Dona Amati, L’evento, con reading di chiusura, è a cura dell’Associazione Culturale HyperionArt.

Interverranno insieme ai BiciNuragici: Maurizio Iodice, Ennio Meloni, Claudia Musio, Francesco Mastinu, Guido Spano. 

Questa tappa è stata organizzata in collaborazione e col supporto di:

Associazione Culturale HyperionArt, Via Sebastiano Satta 38, Cagliari. [Web: http://www.scirarindi.org/scirarindi/?q=node/1338  - E mail: hyperionart@tiscali.it - Tel/Fax: 070662892]

Hotel Regina Margherita, Viale Regina Margherita 44, Cagliari.

[Web: http://www.hotelreginamargherita.com/ - E mail: booking@hotelreginamargherita.com - Tel: +39070670342 - Fax: +39070668325 - Fb]

Le Tappe 2015

4 agosto Cagliari

5 agosto Monserrato

6 agosto Ortacesus

7 agosto Selargius

8 agosto Silius

9 agosto San Sperate

10 agosto Selegas

11 agosto Decimoputzu

12 agosto Villa San Pietro

13 agosto Quartu Sant’Elena

14 agosto Carbonia

15 agosto Cagliari

BiciNuragici 2015

UGO MAGNANTI, pur privilegiando l’oralità e l’azione della poesia, ha pubblicato diversi titoli, tra cui il più recente “L’edificio fermo”, FusibiliaLibri. Ha ideato e diretto numerose manifestazioni letterarie in diverse città italiane, fra cui la rassegna “Nettuno Fiera di Poesia 2010”, curando azioni ed eventi, come “Otto poeti nell’immondizia”, “Poesie vomitate contro la Turbogas”, il body poem “Notte di Valpurga”, “Petali-parole di desiderio”, “Icaro e Dedalo, Ditirambi No Turbogas: poeti paracadutati”, “Duetti Misti Incrociati” (2008-2011), “8 poetesse x l’8 marzo” (2008-12), “Letture dell’Angelo: poesie e rose per il solstizio d’Estate”, 2015 e, in ambito ciclopoetico, “Sicilia Poetry Bike” (2008-2009), “EpoSillàBici (Il geometra e il poeta)”, 2011, e “BiciNuragica – Poesia 2012, 2013, 2014”. Sempre in ambito ciclo poetico ha partecipato come ciclopoeta a “CicloPoEtica 2010” e a “CicloInVersoRoMagna 2011”, a cura di Enrico Pietrangeli. È nato, vive e lavora come insegnante in un istituto superiore, nelle due città anziatine.

DANIELE CONTARDO, musicista e cantastorie, è ormai noto con la dicitura piemontese Contador per la sua figura di moderno giullare in bicicletta. Nel 2014 ha realizzato il tour-reportage “2 Ruote di Resistenza - Alla Ricerca del Popolo che Manca” in cui ha attraversato lo Stivale tra musica, inchiesta e scambio culturale, in collaborazione con Nica Mammì. Fin dagli anni ‘90 sperimenta i linguaggi del teatro di strada, giullaresco e popolare, dalla Commedia dell’Arte pregoldoniana ai ‘Modena City Ramblers’, con i quali ha partecipato a cinque album e condiviso numerosi progetti. Ha all’attivo concerti e incisioni con artisti internazionali e ha curato e partecipato a numerosi viaggi di ambito ciclomusicale e cicloletterario, tra i quali “BiciNuragica – Poesia 2012, 2013, 2014”. Anima la fragorosa fanfara di strada Bandragola Orkestar e il funambolico duo FryDa. Sito: bikepartisans.org - È nato a Torino e trapiantato in Valsusa.

CLAUDIA TIFI, poeta, scrittrice, giornalista, ha partecipato con i Giovani Poeti d’Azione a diversi eventi di poesia, tra cui: “La notte dei musei”, e “Parole in transito: incontri con l’Autore in Città”, Roma 2010. Come artista solista ha preso parte a “Bibliodiversi spiriti!”, nell’ambito di “Lib(e)ri sulla carta”, Fiera dell’editoria indipendente di Poggio Mirteto, Rieti, 2009, e “Poesia combinatoria, acrostica, inversa, e double-face”, Fiera dell’editoria di poesia, Nettuno 2010. È stata redattrice di Abitarearoma.net,  ed è presente nelle antologie “Sono bella, ma non è colpa mia – L’inconvenienza dell’avvenenza” FusibiliaLibri, e “Costellazioni, letture e critiche sull’immaginario”, Lithoslibri. Impegnata nella promozione della mobilità sostenibile e di stili di vita ecocompatibili, dal 2010 è portavoce del Coordinamento Roma Ciclabile, attraverso il quale ha organizzato eventi e convegni, quali il “Forum per la ciclabilità”, “Da 4 a 2 ruote: Roma ci guadagna. Il futuro delle ciclabili nel IV Municipio” e “Dalla rigenerazione urbana alle politiche per la ciclabilità”. Dopo un periodo di formazione nelle ciclofficine popolari romane ha proposto stand, eventi e laboratori di ciclo meccanica nelle scuole e nei luoghi di aggregazione sociale. Ha collaborato con i Têtes de Bois in diverse tournée del “Palco a pedali” e ha partecipato alla II e III edizione di BiciNuragica – Poesia. È nata ad Ancona e vive a Roma.

NICA MAMMI', giornalista pubblicista, ha sviluppato una grande passione per la bicicletta, non solo come mezzo di trasporto ma anche come strumento culturale di cambiamento ed emancipazione, con particolare attenzione verso il mondo femminile. Insegnante di italiano per stranieri, storica, nonché studiosa dei fenomeni di immigrazione interna italiana e straniera, costituisce con Daniele Contardo il team di “2 Ruote di Resistenza”, con cui ha realizzato il viaggio-reportage a pedali  #2RR 2014 – Alla ricerca del popolo che manca (Sito: bikepartsans.org ). Lucana di nascita e valsusina di adozione.

DONA AMATI, poeta, performer, editore e organizzatrice culturale. È cofondatrice dell’associazione culturale per la diffusione della poesia “Le Mele-Grane” e cofondatrice e attuale presidente di Fusibilia Associazione, nonché responsabile della casa editrice FusibiliaLibri. Ha ideato e fondato “Saffo e le Altre - movimento per la diffusione del patrimonio letterario delle donne”. Ha all’attivo diverse pubblicazioni di poesia. Ha ideato e curato, per FusibiliaLibri, i volumi antologici “Haiku tra meridiani e paralleli”, “Caro bastardo, ti scrivo. Storie di male e di miele (con variazioni sul tema)”, e “Haiku come fiori di ciliegio”. Come organizzatrice ha curato in collaborazione con l’Ass.ne Le Mele-Grane vari eventi che hanno coinvolto autori come Dacia Maraini, Ana Guillot, Duska Vrhovac, in contesti prestigiosi come Torino Fiera del Libro, Ambasciata del Messico, Ambasciata argentina, Ambasciata serba, Casa Internazionale delle Donne, Caffeina Cultura, Viterbo, e ha recentemente ideato e curato, insieme a Monica Maggi, “Eros e Kairos” 1° Festival Internazionale della poesia al femminile. È membro della community mondiale “Poetas del mundo” e ha partecipato tra i rappresentanti della poesia italiana al 49° Raduno Internazionale degli Scrittori a Belgrado. Ha già partecipato come poeta a manifestazioni ciclopoetiche: “CicloPoEtica 2010”, Pavia, “CicloInVersoRoMagna 2011(Ferrara e Ravenna), “EpoSillàBici (Il geometra e il poeta)”, 2011 (curatrice tappa di Viterbo), BiciNuragica – Poesia 2013 e 2014.  Nata a Roma, vive e lavora fra la Tuscia, Roma e provincia.

 

 

 

ECOTURISMO - Cagliari Monumenti Aperti

monumenti_aperti.jpg

Dal 8 al 9 maggio 2010 si svolgerà la 14° manifestazione "Cagliari Monumenti Aperti"

 

Parco Molentargius Saline e Città del Sale

Sabato 8 maggio dalle 16 alle 20

Domenica 9 maggio dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20

 

L’iniziativa, così come in passato, prevede che nei giorni della manifestazione, Monumenti e/o Beni Culturali normalmente chiusi o difficilmente accessibili, siano aperti e illustrati al pubblico grazie a visite guidate condotte da volontari.

L'Associazione, in collaborazione con il Consorzio del Parco Naturale Regionale Molentargius- Saline ed il CEAS Molentargius, cura le visite al "Parco di Molentargius - Città del Sale" (presso il quartiere La Palma), con accoglienza presso il fabbricato Sali Scelti, sede del Parco di Molentargius - Saline.

Quest'anno si presenteranno nuovi e differenti percorsi  con visite guidate all'interno dell'area Parco e a diversi edifici della Città del Sale, sia con l'ausilio di un pullman che a piedi, e visite guidate in barca attraverso il vecchio stagno di mezzo.

 

Associazione per il Parco Molentargius Saline Poetto

via Nuoro 43 – 09124 Cagliari – tel 070671003

e-mail:info@apmolentargius.it      sito internet:www.apmolentargius.it

 

ECOTURISMO - Con il Trenino Verde per la XIV Settimana della Cultura

trenino_verde.jpg

CAGLIARI - ISILI: IL TRENO DEI NURAGHI

Domenica 15 Aprile

In occasione della XIV Settimana della Cultura dal 14 al 22 aprile promossa dal MiBAC (Ministero Beni e Attività Culturali) per valorizzare il Patrimonio culturale italiano, Il Centro di Educazione Ambientale CEA Vie Del Treno Legambiente Isili e il Comune di Isili anche quest’anno aderiscono all’iniziativa domenica 15 aprile con un percorso da svolgere interamente su ferrovia.

Lo scopo fondamentale di questa iniziativa è quello di favorire nuove esperienze culturali attraverso la conoscenza dell’immenso patrimonio che possediamo, grazie anche al coinvolgimento delle Istituzioni pubbliche e private; in particolare l’idea è quella di comunicare l’importanza e la praticità dell’utilizzo di mezzi su rotaie e nel contempo di far conoscere alcune stazioni che storicamente hanno avuto una grande rilevanza e che oggi sono dei siti di notevole bellezza e pregio ambientale e culturale, con grandi potenzialità di sviluppo nel settore del turismo ecocompatibile e responsabile.

 

Programma della giornata:

- Ore 8: partenza da Cagliari con la metropolitana (Piazza Repubblica);

- arrivo alla stazione di Monserrato; visita del Museo delle Ferrovie; partenza con il bus ARST per Senorbì da dove si proseguirà il tragitto con il trenino verde. In treno con noi le guide ed anche l'archeologo Alfonso Stiglitz, che presenterà i diversi siti archeologici (Cuccuru Nuraxi, Monte Luna, Nuraghe Piscu, Santa Vittoria di Serri, Is Paras) che vedremo lungo il nostro percorso. Fermata alla stazione storica di Sarcidano, davanti al suggestivo lago Is Barroccus: breve passeggiata;

- pranzo in ristorante;

- seguiranno le visite guidate al Museo del Rame e del tessuto e al Nuraghe Asusa;

- partenza per Mandas, Monserrato, Cagliari (ore 21 circa).

 

Per informazioni e prenotazioni contattare: 339 5026985 (Bruna) oppure 070 659740 (Legambiente Sardegna)

Invitati: Sindaco di Cagliari, Direttore Generale Assessorato Trasporti RAS, Presidente della Provincia di Cagliari, Presidente ARST, Direttore Generale ARST, Direttore Esercizio ARST, Direttore CIREM, Partner del progetto, Sindaci e Amministratori dei Comuni interessati, Sindacati, Associazioni, Associazione Ferroviaria Sarda.

 

Associazione Centro Educazione Ambientale Legambiente “Vie del Treno” Parco Asusa C.so Vittorio Emanuele ISILI Tel 0782 221114 – ceaviedeltreno@tiscali.it

ECOTURISMO - Con “Monumenti Aperti” alla scoperta del patrimonio culturale della Sardegna

Monumenti aperti 2009

Al via a Cagliari da sabato 2 maggio la manifestazione “Monumenti Aperti”, ricco il calendario di iniziative e di novità: come i monumenti che saranno visitabili per la prima volta. Per la XIII edizione dell’iniziativa sono 55 i Comuni che partecipano, con l'esordio di Oristano, e 11 le settimane a disposizione per visitare i tesori della Sardegna. Per il quarto anno consecutivo la manifestazione ha ottenuto l'adesione concessa dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

Riscoprire ... tracce, segni, testimonianze del passato. Riappropriarsi delle proprie tradizioni civili e religiose per rafforzare l'identità collettiva, il senso di appartenenza alla propria comunità, stimolare nelle giovani generazioni la conoscenza della propria storia. Queste le motivazioni che ispirano Monumenti Aperti, una Manifestazione nata nel 1997 a Cagliari per iniziativa dell'associazionismo civile e culturale e dell'Amministrazione Civica e poi estesasi a tutta l’isola. Animata da gruppi, associazioni e scuole che accolgono i visitatori e guidano alla scoperta dei beni archeologici, storico - artistici e ambientali del proprio centro, Monumenti Aperti rappresenta uno straordinario appuntamento di civile e comunitario impegno per la salvaguardia del nostro patrimonio ambientale, culturale e artistico.

CONSULTA IL CALENDARIO DELLA MANIFESTAZIONE

 

Per info:
Associazione culturale Imago Mundi
Segreteria organizzativa Monumenti Aperti
tel.                070 6402115        
e-mail: info@monumentiaperti.com
sito web: http://new.monumentiaperti.com/index.php

ECOTURISMO - Corsi di formazione per l'ospitalità alternativa e lo sviluppo del territorio

Logo_Regione_Sardegna

Imparare l’ ospitalità alternativa e la promozione del territorio


L’Assessorato regionale del lavoro informa che fino al 15 maggio 2010 sono aperte le iscrizioni per:
- imprenditorialità per lo sviluppo turistico e la promozione del territorio per la provincia di Ogliastra, con sede in via A. Scorcu 12, presso l’istituto tecnico industriale;
- imprenditori per l’ospitalità alternativa per la provincia di Nuoro, con sede in via Mughina 19. I corsi, finanziati con il contributo del fondo sociale europeo 2007-2013, sono finalizzati a creare due figure professionali che, in collaborazione sinergica tra di loro, possano sviluppare e creare attività imprenditoriali nel settore della ospitalità alternativa e nella promozione del territorio a fini turistici.


Possono fare richiesta di iscrizione ai corsi disoccupati, inoccupati, lavoratori in cassa integrazione, in mobilità o comunque sottoposti a forme o minacce di espulsione dal mercato del lavoro, lavoratori migranti, in possesso di diploma di scuola secondaria superiore, di volontà e capacità di creazione di lavoro autonomo e/o una buona visione del territorio target. Si considera quale requisito d’accesso lo spirito di iniziativa e la capacità imprenditoriale. Tale requisito nei destinatari sarà oggetto di verifica nella selezione. E’ prevista una riserva di posti, pari al 50%, per le donne.


Le attività formative sono pari a 600 ore per ciascuna figura professionale, mentre le attività di orientamento e accompagnamento alla creazione di impresa sono 350 ore per ciascuna edizione.

Le domande dovranno pervenire nell'apposita modulistica, entro il 15 maggio 2010, anche a mano, presso uno dei seguenti indirizzi:


1. IRFOA - Presso Istituto Tecnico Industriale –

Via Scorcu 12, 08010 Tortolì


2. Paideia - Via Roma 14, 08100 Nuoro


3. IRFOA - Via degli Astori 12, 09126 Cagliari


Consulta i documenti

ECOTURISMO - Corsi in Barbagia

L'assessorato del Lavoro ha pubblicato un avviso di avvio del corso per tecnico della progettazione, definizione e promozione di piani di sviluppo turistico e promozione del territorio. Il corso si svolgerà nell'Unione dei comuni della Barbagia (Lodine, Gavoi, Ollolai, Ovodda, Olzai, Oniferi, Sarule, Tiana), L'iniziativa si propone di promuovere e sostenere l'imprenditorialità e la creazione di impresa nel comparto turistico, nei territori di riferimento.

Per informazioni: Agenzia formativa Evolvere in via G. Cavallino 27 a Cagliari tel.  070 553185  segreteria@evolcereformazione.it

(tratto da Unione Sarda di domenica 6 giugno 2010)

ECOTURISMO - In Gallura col Trenino Verde

Trenino verde

Dal 26 giugno 2009 è possibile ammirare il caratteristico paesaggio della Gallura interna con il trenino verde. Le antiche carrozze attraverseranno il territorio fatto di rocce granitiche, boschi, sughereti, vigneti, stazzi e pascoli.

Ecco il percorso del Trenino Verde della Gallura:
Tutti i venerdì si parte alle ore 9.50 dalla stazione di Palau o di Arzachena. Dopo una sosta panoramica sul lago del Liscia nel cuore della campagna è previsto uno spuntino a base di pane e vino locale.

Alle 11.40 è previsto l'arrivo alla stazione di Luras. Da qui, con un autobus, si raggiunge l'area archeologica di Tempio in cui si potrà visitare con una guida il Nuraghe Majori, stupendo esempio architettura nuragica del 1300 a.c.

Il percorso continua nella Gallura più interna: dopo una sosta panoramica in cui si potranno ammirare il monte Pulchiana e la valle della luna, si farà tappa nel bosco o in un agriturismo per la degustazione di: salumi, formaggi, zuppa gallurese, pecora con patate, carne alla griglia, torrone. Il tutto accompagnato da vino e abbardente.

Nel pomeriggio tappa ad Aggius: incastonato tra monti e querce, con le abitazioni di pietra a vista, è uno dei borghi più belli della Gallura. Sono previsti la visita al laboratorio dei tappeti realizzati con il telaio a mano e un brindisi finale con mirto.

Informazioni
tel.                 +39 0784 629825          - tel.                 +39 338 5626350         

Biglietti:
Il costo della gita è di 63 euro e include il biglietto per il trenino verde, il pranzo e l'autobus fino al Nuraghe Majori. La visita al Nuraghe si paga a parte (2,5 euro).

Pubblicato il 30/06/2009

ECOTURISMO - Riparte il Trenino verde della Sardegna

Trenino_Verde

Da sabato 13 Giugno e fino a settembre, riprende il calendario dei viaggi del Trenino verde. Degli oltre 60 mila passeggeri nel 2009 del servizio turistico ferroviario di Arst-Gestione FdS, circa la metà ha viaggiato su questo tipo di offerta, organizzata secondo date e programmi definiti, diversi linea per linea, mentre l'altra metà si rivolge ai treni charter effettuati tutto l'anno.

 

Nel periodo estivo è possibile potenziare l'offerta di viaggi destinando per il servizio turistico il personale e i mezzi che, durante l'anno scolastico, sono normalmente impiegati sulle linee di Trasporto pubblico locale. Si potrà, così viaggiare sul Trenino Verde tutti i giorni, eccetto il martedì, sulla Mandas-Arbatax, il venerdì e la domenica sulla Macomer-Bosa; garantita la richiesta di almeno trenta passeggeri, saranno effettuate corse turistiche su quest'ultima linea anche il martedì come anche, tutti i giorni, sulla Mandas-Sorgono.

 

 Il turista che desidera salire sul Trenino Verde potrà così trovare una diversa proposta di viaggio in tutti i giorni, come riportato sul nuovo catalogo e sui siti aziendali www.treninoverde.com e www.ferroviesardegna.it.

 

Fonte: Unione Sarda 10/06/2010

 

ECOTURISMO - Ritorna Foreste Aperte

Foreste_Aperte_2010

Dopo le sette domeniche primaverili, con le foreste aperte a migliaia di entusiasti visitatori, gli ultimi tre appuntamenti del 2010 sono previsti per l'autunno: il 3, 10 e 17 ottobre rispettivamente nelle foreste di Montimannu, Settefratelli e Silana. Saranno parte del programma le consuete visite guidate, il trekking ed altre attività ricreative lungo i sentieri nel bosco, l'educazione ambientale ed i giochi per i bimbi, le mostre tematiche, gli sport all'aperto ed il corso di fotografia naturalistica, per il quale ci si può ancora iscrivere on-line.

 

10.10.2010  Foresta  di Settefratelli


Come arrivare
Giungendo da sud (Cagliari) o dal lato opposto (Muravera) della statale n.125 (Orientale sarda) la si percorra sino al bivio per Burcei. Qui, in località valico Arcu 'e Tidu, al Km. 30,100 si svolti a destra (per chi arriva da Cagliari) e dopo aver percorso circa 250m si raggiungerà il centro di servizio ex Caserma U. Noci.
Coordinate GPS ingresso foresta: N 39° 18' 19.4'' E 9° 23' 38'' (coordinate geografiche DMS, sistema di riferimento WGS84).
Visualizza il percorso su SardegnaMappe

Il programma delle attività della giornata
- Percorsi escursionistici culturali - naturalistici con guide GAE e dell’Ente Foreste della Sardegna all’osservazione della natura e del paesaggio (con diverso grado di difficoltà e durata),
partenze alle ore 10:30, 11:30, 12:30, 14:00, 15:00, 15:30;
- Escursione alle cime dei Settefratelli guidata dal personale dell'Ente Foreste (impegnativa, livello escursionista esperto)
partenza unica alle ore 11.00 e durata 4 ore;
- Escursioni guidate in Mountain Bike della durata di circa 60 minuti.
Partenze alle ore 10:00, 12:00, 16:00;
- Lezioni e prove pratiche di Nordic Walking della durata di 90 minuti ciascuna.
Orario lezioni: 10:00, 12:00, 14:30;
- Avvicinamento al tiro con l'arco in compagnia di un istruttore federale della durata 30 minuti.
Orario: 10:00-16:30;
- Orienteering in foresta.
Orario: 10:00-13:00, 14:30-17:00;
- Corso - concorso di fotografia naturalistica a cura di Renato Brotzu e Giovanni Paulis.
Inizio alle 10:30 e conclusione alle 17;
- Laboratori di educazione ambientale per bambini a cura dell’Ente Foreste della Sardegna.
Orari 10:00-13:00 e 15:00-17:00;
- Animazione e intrattenimento per bambini dalle ore 10:00 alle ore 17:00;
- Avvicinamento al cavallo “ Il battesimo della sella” (per bambini) con orari 10:30, 11:30, 12:30, 13:00, 15:30, 16:30;
- Riabilitazione equestre (ippoterapia per diversamente abili) a cura del Circolo Ippico Sa Domu de Malloru
a partire dalle 10:30 alle 13 e dalle 14:30 alle 16;

Attività culturali ed intrattenimento
- Mostra - esposizione dei prodotti tipici locali agro-alimentari e dell’artigianato.
Orario: 9-17;
- Visita alla Mostra sulla Biodiversità curata dall’Ente Foreste della Sardegna.
Orario: 10:00 - 17.
- Visite al museo del Cervo Sardo
Orari: 10:30, 11, 11:30, 12, 12:30, 13, 14:30, 15, 15:30 e 16.

17.10.2010  Foresta di Silana

 
Dove
Foresta di Silana in località Sa Portiscra,tra la Gola di Gorropu e la Codula di Luna.
17 ottobre 2010

Come si raggiunge
Per arrivare al perimetro forestale di Silana si percorre la S.S. 125 "Orientale Sarda" da Dorgali (in direzione sud) oppure da Tortolì o Baunei (in direzione nord) sino al km 187 presso la Località Genna e Petta.

Il programma delle attività della giornata
- Escursione alla gola di Gorropu; durata 5 ore con pranzo al sacco; grado difficoltà: sentiero escursionistico.
Partenza alle ore 10.00 dal parcheggio fronte Cantoniera Silana ( Km.183 della S.S. 125).
- Percorso naturalistico-culturale con guide GAE al villaggio nuragico "Or Murales"; durata: 60 minuti; grado difficoltà: sentiero turistico.
Partenze alle ore 10:00, 10:30, 12:00, 12:30, 15:00, 15:30.
- Percorso naturalistico con guide GAE alla punta "Or Muvrones" passando per il villaggio nuragico omonimo; durata: 3.5 ore circa; grado difficoltà: sentiero escursionistico.
Partenza alle ore 11:00.
- Percorso naturalistico con visita ai "Pinnettos" e al villaggio nuragico "Or Murales" con guide dell'Ente Foreste; durata 3 ore circa; grado difficoltà: sentiero escursionistico.
Partenze alle ore 10:15, 10:45, 11:45, 12:15.
- Percorso naturalistico alla grotta di "Su Crabargiu" con guide della Federazione Speleologica Sarda e G.A.S.A.U. di Urzulei (che curerà inoltre l’allestimento di una mostra fotografica); durata 2.5 ore; grado difficoltà: sentiero escursionistico.
Partenze alle ore 11:00 e 12:00.
- Avvicinamento alle speleologia in grotta e utilizzo delle attrezzature con prova di discesa, a cura della Federazione Speleologica Sarda e G.A.S.A.U. di Urzulei.
Inizio attività alle ore 10:30.
- Escursioni guidate in Mountain Bike della durata di circa 60 minuti.
Partenze alle ore 10:00, 12:00, 16:00.
- Lezioni e prove pratiche di Nordic Walking della durata di 90 minuti ciascuna.
Orario lezioni: 10:00, 10:30, 11:30, 12:00, 12:30, 15:00, 15:30, 16:15.
- Percorso impegnativo di Nordic Walking da Sa Portrisca a Gosollei dalla durata di 3 ore.
Partenze alle ore 11:00 e 14:00.
- Avvicinamento al tiro con l'arco in compagnia di un istruttore federale: durata 30 minuti.
Orario: 10:00-16:30.
- Orienteering in foresta.
Orario: 10:00-13:00, 14:30-17:00;
- Corso-concorso di fotografia naturalistica a cura della Redazione Web di SardegnaForeste.it con il fotografo e Giovanni Paulis e Renato Brotzu.
Inizio alle 10:30 e conclusione alle 17:30; pausa pranzo tra le 13 e le 14:30.
- Laboratori di educazione ambientale per bambini a cura dell’Ente Foreste della Sardegna.
Orari 10:00-13:00 e 15:00-17:00.
- Animazione e intrattenimento per bambini.
Orario: 10:00-17:00.
- Avvicinamento al cavallo "Il battesimo della sella" (attività solo per bambini).
Orari: 10:30, 11:30, 12:30, 13:00, 15:30, 16:30


Attività culturali ed intrattenimento
- Mostra esposizione dei prodotti tipici locali agro-alimentari e dell’artigianato, con laboratori della lavorazione del formaggio e del pane di ghiande.
Orario: 9.00-18.00;
- Visita alla Mostra sulla Biodiversità curata dall’Ente Foreste della Sardegna.
Orario: 10:00 - 18:00.


ECOTURISMO - Sardara si prepara per la Festa Regionale dei Borghi autentici

Sardara_festaReg_imm.png

La comunità ospitale di Sardara si prepara per la seconda edizione della Festa Regionale BAI Sardegna. Ormai i lavori sono partiti: sabato 10 e domenica 11 ottobre il borgo sarà teatro di incontri, musica, profumi e sapori della tavola tradizionale, laboratori e visite guidate alla scoperta del paese e dei suoi bellissimi dintorni.

La Festa Regionale è un momento di grande importanza per la rete dei borghi autentici sardi, un’occasione di dialogo, confronto e progettazione. Si prevede infatti per il sabato mattina un convegno aperto ai Sindaci e agli Amministratori dei borghi dell’Isola nel quale verranno illustrate le nuove proposte relative al “Piano integrato di sviluppo” pensato per la rete regionale: sarà un’occasione per condividere prospettive, problematiche e nuove idee.

La due giorni sardarese però non avrà come protagonisti solamente gli amministratori: saranno tante le attività pensate per la comunità locale e per i visitatori che raggiungeranno il paese in occasione della festa. Per tutto il fine settimana, infatti, presso gli stand del parco comunale si potranno gustare le specialità enogastronomiche locali e si prevedono momenti dedicati alla musica con concerti ed esibizioni.

Ma non solo: grandi e piccini verranno coinvolti in attività laboratoriali incentrate sull’artigianato e sulle attività tradizionali del borgo, si organizzeranno itinerari guidati nel centro storico e nei suoi dintorni alla scoperta della bellezza, della storia e della cultura che caratterizzano l’identità del luogo.

Infine, nei due giorni di festa si svolgerà un concorso di fotografia estemporanea, organizzato dal Club Amici dei Borghi Autentici in collaborazione con Emozioni Autentiche, Sardara Comunità Ospitale e il Comune di Sardara. L’iscrizione è gratuita e la migliore fotografia vincerà un week end di due giorni per due persone in un borgo autentico. A questo link, tutte le informazioni, il regolamento e la documentazione per partecipare.

Due giorni densi di eventi, quindi, da vivere in profondità per assaporare ogni aspetto dell’atmosfera di una comunità ospitale.

SABATO 10 OTTOBRE

  • ore 10.00: incontro pubblico sulle prospettive BAI per la Sardegna: “Illustrazione delle linee guida della proposta di “Piano Integrato di Sviluppo” della rete borghi autentici Sardegna 2016-2020″.
  • ore 13.00: inaugurazione della festa e apertura stand presso il parco comunale. Regione ospite: Abruzzo.
  • ore 16.00 – 19.30: presso il parco comunale: torneo di petanque, laboratorio di tintura naturale della lana e di cestineria tradizionale. Sarà inoltre possibile visitare gratuitamente il museo archeologico Villa Abbas e l’area nuragica con tempio a pozzo di Sant’Anastasia. Presso Casa Pilloni sarà possibile visitare gratuitamente la mostra “S’Unda Manna” del giornalista Sergio Frau.
  • ore 18.30: nei locali dell’Ex Bottiglieria: spettacolo di burattini presso il CEAS Terme di Sardara.
  • ore 22.00: nello spazio antistante il parco comunale, concerto di Piero Marras.

DOMENICA 11 OTTOBRE

  • ore 9.00 – 20.00: stand aperti presso il parco comunale. Regione ospite: Abruzzo.
  • ore 9.00 – 13.00 e 15.00 – 19.00: visita guidata e gratuita ai giacimenti culturali di Sardara (visita al centro storico, museo archeologico Villa Abbas e area archeologica di Sant’Anastasia) e di Collinas (visita al centro storico e alle chiese di San Michele e San Sebastiano).
  • ore 10.00: laboratorio gratuito di ceramica presso Casa Pilloni a cura della Coop. Villa Abbas.
  • ore 15.00 – 19.00: presso il parco comunale: torneo di petanque, dimostrazione di tiro con l’arco, laboratorio di panificazione, laboratorio di cosmesi naturale e laboratorio per bambini “Sa pintadera”.
  • ore 18.00: presso Casa Pilloni: “Cuni boxi e sentimentu, Nina Mascia: cantus, sonus, testimòngius”. Premiazione concorso di fotografia estemporanea.

 

 

ECOTURISMO - Tavola Rotonda al Parco di Molentargius

molentargius.png

 Zone umide 2012Wetland Turismo

Sviluppo dell’Ecoturismo nelle zone umide

Il Parco Regionale Naturale Molentargius-Saline

si confronta con il panorama nazionale

Venerdì  24 febbraio   

Visita al Parco di  Giampiero Sammuri  

Presidente Nazionale di Federparchi

 

Ore 11,15  Fabbricato Sali Scelti  Tavola Rotonda

 “Sviluppo dell’Ecoturismo nel  Parco Regionale Naturale Molentargius-Saline anche nella prospettiva del progetto di  riqualificazione ambientale del territorio”

 

Saluti di :

-  Mauro Contini  Presidente Ente Parco

-  Angela Quaquero   presidente Provincia Cagliari

-  Massimo Zedda     Vice Presidente Ente Parco

-  Gian Franco  Cappai  Sindaco di Selargius

-  Carlo Murru Sindaco di Quartucciu

 

Interventi:

-  Vincenzo Tiana  presidente   Associazione Parco Molentargius

-  Marco Loddo  direttore Ente Parco

-  Giampiero Sammuri  presidente Nazionale di Federparchi

-  Paola Zinzula  dirigente servizio Tutela della Natura Assessorato Difesa

   Ambiente

Emanuela Abis   Facoltà di Architettura Università di Cagliari

-  Helmar Schenk    Zoologo

-  Tore Sanna       Vice presidente di Federparchi

 

Per info:  info@apmolentargius.it  Tel 070 671003

 

 

ECOTURISMO - Weekend delle Rose all' Oasi Monte Minerva

WEEKEND DELLE ROSE

Nei fine settimana fino al 31 maggio 2009 l'oasi di Monte Minerva, nel territorio di Villanova Monteleone (SS), apre al pubblico offrendo una serie di esperienze indimenticabili, promosse dal Comune di Villanova e che ruotano attorno allo straordinario vivaio dell’Ente foreste della Sardegna. Sarà possibile visitare un giardino all'italiana che fa da cornice ad una collezione di rose medioevali e rinascimentali.

Monte Minerva è un altopiano che domina il lago del Temo assieme al vicino colle di Monteleone Roccadoria, con boschi di roverelle e lecci secolari popolati da specie faunistiche tipiche delle foreste montane. Tenuta nobiliare frequentata per la caccia dalla famiglia Savoia, Monte Minerva sta ritrovando il suo antico equilibrio grazie alle cure dei forestali dell'Ente foreste della Sardegna che hanno cancellato le ferite di antichi incendi.

Il programma comprende tra le altre cose la visita guidata al roseto a cura della dott. Maria Vincentelli; Sensi in rosa un inedito percorso multisensoriale realizzato da Adriana Casu e Lucia Ligios; Rosa mistica rassegna di musica sacra a cura dei cori maschile Iddanoa Monteleone e femminile Duennas di Villanova Monteleone; le Stelle fra le rose osservazione notturna del cielo primaverile a cura della società astronomica turritana. Parteciperanno anche florovivaisti e fiorai e la Banda Musicale di Villanova.

Vedi il programma completo

Per info:    347 6233721              349 2522582           

ECOTURISMO – A Fonni sulle orme di Grazia Deledda

Grazia_Deledda

“Mal di Montagna”

Grazia Deledda a Fonni

 

Tra il 1890 e il 1901 la scrittrice visitò più volte Fonni e le sue vette. Da oggi il Comune rende omaggio all'autrice di “Cenere”, il romanzo per cui trasse ispirazione proprio nel paese, con un cartellone di appuntamenti tra i quali spiccano i Viaggi letterari sul Bruncu Spina, sulle orme della Deledda. Il 19, il 20 e il 21 agosto “I misteri della montagna d'argento”, spettacolo in scena sulla vetta del Gennargentu ispirato ai diari delle escursioni di Grazia nel luglio di un secolo fa Grazia Deledda, mal di montagna

 

L'ultima visita ai monti la fece quando già si era avverato il suo sogno più grande: varcare il mare e raggiungere un porto sicuro, lontano dalle malelingue di Nuoro e dalla grettezza di un ambiente chiuso. Nel luglio 1901, Grazia Deledda non era più la ragazzina strana che arrivò a Fonni la prima volta nel 1890. Conservava sempre la stessa curiosità da entomologo, ma da un anno e mezzo era la moglie del funzionario statale Palmiro Madesani e con lui si era stabilita a Roma, la capitale, dove - scrittrice ormai piuttosto conosciuta e apprezzata da diversi critici - conduceva la vita di una signora borghese.


Quella calda estate, rientrata in vacanza a Nuoro col consorte e il primogenito Sardus, volle tornare sul Gennargentu per raccogliere storie - lei che, prima che romanziera era cronista di razza - e appuntare sul quaderno il colore dei tramonti, il profumo del pane d'orzo, le grida dei pastori che richiamano il gregge. Si era affidata, come sempre aveva fatto, a Raffaele Cugusi, fonnese, unica guida autorizzata dal Touring Club italiano, l'uomo che accompagnava sul Gennargentu carovane di principi, nobildonne con l'ombrellino parasole, alti ufficiali in congedo che arrivavano in Barbagia per le battute di caccia e per cogliere le genziane. Viaggiava da sola, cosa piuttosto sconveniente, al tempo, per una donna perbene. Ma, inutile sottolinearlo, a lei non importava: fin da giovinetta visitava i paesi del Nuorese senza altra compagnia che la propria curiosità.


Arrivò a Fonni sulla carrozza che faceva tappa a Mamoiada, nel tardo pomeriggio del 21 luglio: nell'accordo c'era il pernottamento in casa di Raffaele Cugusi, più le escursioni guidate al Bruncu Spina e negli ovili dei pastori. A Fonni - scrisse nel suo diario di viaggio il 22 luglio 1901 - assisto a uno dei più bei tramonti che abbia mai visto. I meravigliosi tramonti di Roma scoloriscono, nel mio ricordo, davanti a questo immenso orizzonte di un rosso fragola inverosimile, ove galleggiano, come lontane isole lucenti, lunghe nuvole d'oro . E il giorno dopo, il 23 luglio, annoterà: Alle quattro del mattino siamo già a cavallo diretti verso la cima più alta delle montagne sarde... . Tre anni più tardi, la scrittrice pubblicherà Cenere .

Il viaggio della scrittrice a Fonni, i sentieri che lei ha calpestato salendo al Monte Spada, le storie di passione e morte che ha ascoltato, e rubato. Da stasera (con la proiezione del film “Il guardiano dei Segni” di Renato Morelli, piazza dei Martiri, 20 e 30) al 21 agosto, il paese più alto della Sardegna propone “Deledda a Fonni”, un ricco cartellone di appuntamenti (organizzato dal Comune e dall'associazione I segni delle radici) tra i quali spiccano - il 19, il 20 e il 21 agosto - le escursioni letterarie sul Bruncu Spina, sulle orme, inutile sottolinearlo, della scrittrice. “I misteri della montagna d'argento”, questo il titolo dello spettacolo itinerante scritto e diretto da Gavino Poddighe; in scena dodici attori di Nuoro, Oliena, Orune e Fonni (Anna Cualbu, Rita Gregu, Giovanna Marceddu e Giovanni Maloccu). L'appuntamento, per artisti e spettatori, è alle 16 e 30 al rifugio di Bruncu Spina: qui arriverà il bus  che accompagnerà tutti in vetta (è necessaria la prenotazione: 347/0886722-338/2167978; raccomandati scarpe adeguate e giubbotto). Così, con un'estate dedicata alla scrittrice che tanto ha amato Fonni e le sue montagne, l'amministrazione comunale intende rivendicare un posto di diritto dentro il Consorzio del Parco letterario Grazia Deledda (organismo, sia detto, piuttosto fantasma) che ha infornato peraltro paesi del Sassarese come Romana, Ittiri e Mara.
«Vogliamo rendere omaggio alla scrittrice che come nessun altro ha descritto la maestosità e la bellezza dei nostri monti, rievocando soprattutto - sottolinea il sindaco Tonino Coinu - la visita che fece nel luglio del 1901. Un'iniziativa che rientra nel progetto di valorizzazione del patrimonio ambientale della montagna e di promozione del turismo culturale nel territorio col coinvolgimento degli imprenditori e della comunità». Un modo diverso per rilanciare il turismo montano anche invernale nel paese dove, da tempo, le uniche piste sciistiche aperte sono private. «Per questo, proprio per le infrastrutture - spiega il primo cittadino - c'è un piano che prevede un investimento di 5 milioni di euro».


Si ricomincia dalla prima e più importante reclame fatta alle montagne di Fonni dalla signora che un quarto di secolo dopo avrebbe conquistato il Nobel per la Letteratura. «Vogliamo coniugare letteratura e turismo, cultura e accoglienza», dice l'assessore alle Politiche sociali Giovanna Busia. Su questa linea il recupero delle tradizioni che vanno scomparendo, comprese le ricette della cucina povera tante volte descritte nei romanzi della Deledda. Piatti che, annuncia l'assessore al Turismo Tonino Carta, «verranno proposti nel menu da tutte le strutture ricettive del paese».


Raffaele Cugusi raccontava che Grazia Deledda era «una buona cliente». Ed è tutto dire, visto che al tempo, per la guida autorizzata dal Touring Club sul Gennargentu, i clienti erano soprattutto nobili o ufficiali, quasi sempre stranieri: inglesi, francesi, americani e austriaci che della Sardegna conoscevano solo due centri: Golfo Aranci e Fonni. I viaggiatori sbarcavano nel porto gallurese, salivano sulla vettura postale fino a Nuoro e da qui il passaggio in carrozza fino al paese. La guida del Touring Club segnalava un'unica corsa giornaliera per Fonni: ore 5 e 30, lire 350, e aggiungeva: “Il paese più alto della Sardegna, a mille metri, abitanti 4298, avrebbe molte qualità per una stazione climatica se non vi mancasse completamente ogni conforto. Vitto e alloggio in qualche modo presso Congiu Raffaele e Cicalò Carboni Carmina. Guida per il Gennargentu, eventualmente organizzazione di caccia grossa: Cugusi Balloi Raffaele”.

 

Di Piera Serusi

Tratto da L’Unione Sarda del Giovedì 12 agosto 2010

ECOTURISMO – A Gonnoscodina (Or) “Pro is moris de is cogas”

Passeggiata Ecologica

Passeggiata Ecologica alla ricerca delle erbe officinali
Domenica 17 maggio 2009

 


“Lungo i sentieri della strega” vi sono i segni di una vitalità ancora prorompente dei cicli naturali, di una natura sorprendentemente interessante, ricca e varia che esige di essere meglio conosciuta e tutelata.


Le streghe sono tornate. La Pro loco, organizza, per il terzo anno consecutivo, il percorso “pro is moris de is cogas”. Una passeggiata in mezzo al verde alquanto suggestiva, che si svolge lungo i sentieri che percorse la “strega” Maria Zara di Gonnoscodina.
Questa passeggiata va vissuta a passi lenti, ed è istintivo uniformarsi al millenario muoversi del pastore e delle greggi.

 

Scoprire, che non hai più bisogno dei tuoi abituali mezzi di trasporto che, anzi, ti infastidiscono fino ad esserti quasi estranei. Le forme e i colori da favola sui crinali delle sinuose colline ti stupiscono e rischiano di farti perdere il dettaglio, il particolare.
Ma no, eccole le orchidee, veri gioielli della natura tra le foglie di asfodelo. Poco oltre, più su, un vasto manto di Sulla di colore rosso carminio, che giunge fino in cima, immerso in un mare verde accarezzato da una lieve brezza di maestrale. P. P.

Partenza alle ore 9.00 dalla piazza della chiesa di S. Sebastiano.
a fine passeggiata presso i locali delle ex scuole elementari
sarà servito il pranzo sociale.
Chi volesse intrattenersi per il pranzo è necessario che si prenoti.
Tel. 0783.92149 E-mail - proloco.gonnoscodina@libero.it

Quota pranzo: adulti 10 € . bambini da 2 fino a 8 anni anni 5 €
La partecipazione alla passeggiata è invece gratuita

ECOTURISMO – Anche in Sardegna L’Italia 10 e lode del TCI

Giornata_arancione

Domenica 10 ottobre il Touring Club Italiano invita a scoprire l’Italia 10 e lode, piccole località dell’entroterra dove la tipicità si può vivere e assaporare, l’accoglienza ha gesti personalizzati, dove la storia, i monumenti e l’ambiente non sono omologati. Un’Italia a colori, unita però nella qualità, in un’eccellenza certificata in base ad oltre 250 rigorosi parametri turistici e ambientali, periodicamente verificati secondo le esigenze e il punto di vista del viaggiatore.

Il 10-10-10 la Giornata si svolge contemporaneamente in 87 località di tutta Italia, selezionate e certificate con la Bandiera Arancione, il marchio di qualità del Touring assegnato ai piccoli borghi dell’entroterra. La Giornata Touring si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il Patrocinio del Ministro del Turismo, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Associazione Nazionale Comuni Italiani. .In alcune località il programma predisposto dai Comuni aderenti prevede iniziative specifiche per i più piccoli. Altrove, oltre a visite guidate dei monumenti più significativi, è prevista l’apertura eccezionale di edifici, eventi di intrattenimento, mercatini, momenti conviviali in cui assaporare la più genuina ospitalità. 

In Sardegna puoi vivere una Giornata arancione a:

Aggius OT  - attività per i bambini
Laconi OR
Sardara VS

ECOTURISMO – La XI Settimana della Cultura in Sardegna

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali rinnova il suo tradizionale appuntamento con la manifestazione più densa di iniziative culturali su tutto il territorio nazionale, la Settimana della Cultura, giunta alla sua undicesima edizione, che si svolgerà dal 18 al 26 aprile.

In Sardegna sono circa novanta gli eventi organizzati da Soprintendenze, Archivi di Stato e Biblioteche, coordinati dalla Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici, nell'intento di offrire al pubblico una conoscenza sempre più approfondita del patrimonio isolano.

Anche in questa edizione, inoltre, si è potuto contare sulla collaborazione di tante altre istituzioni pubbliche e private, alcune delle quali hanno aderito organizzando iniziative o semplicemente concedendo l’ingresso gratuiti o agevolato nei propri luoghi della cultura.

 

Ad aprire la manifestazione, in anticipo di un giorno, sarà la Soprintendenza per i beni archeologici della Sardegna che, il 17 aprile alle 19.00, presso l'area archeologica di Sant'Eulalia a Cagliari, inaugurerà la mostra "Duemila anni di storia di Cagliari. Un viaggio nel tempo nell'area archeologica di  di Sant'Eulalia".

Tra gli eventi organizzati dagli istituti territoriali del Ministero sono quattro quelli ritenuti di particolare importanza.


A Cagliari:
- "Anteprima di Sant'Efisio", conferenza al Palazzo di Città
-"Vecchi e nuovi percorsi a San Saturnino", apertura straordinaria della Basilica e del sito archeologico, con visite guidate e concerti
-"L'acquedotto romano di Cagliari. La riscoperta", visita guidata al sito in via De Magistris.
A Sassari:
-"Garibaldi a Caprera. Foto e cimeli restaurati", mostra allestita al Mus'A Pinacoteca al Canopoleno.

Sul territorio regionale sarà possibile visitare numerose mostre, ascoltare o approfondire argomenti diversi nel corso di varie conferenze, assistere alla presentazione di pubblicazioni e partecipare ad iniziative di carattere didattico. Gli utenti, con la guida di esperti, potranno visitare siti e strutture museali, fruire dell'apertura straordinaria di alcuni monumenti, assistere a manifestazioni teatrali, spettacoli musicali, concerti.

Durante la Settimana della Cultura l'ingresso sarà gratuito nelle aree archeologiche, monumenti, musei e gallerie di proprietà statale e nei luoghi non statali che hanno aderito all'iniziativa.

Allegati: altre_iniziative_settimana_cultura_2009.pdf, Sardegna_programma_2009.pdf

 

ECOTURISMO – “Arbus - una festa in omaggio alle bellezze del territorio lavorate in campagna, transumanti, pescate in mare, scavate in miniera

Arbus_Evento

Una festa per conoscersi meglio osservandosi dentro. Il territorio arburese partendo dalle radici, da ciò che è stato, per una riflessione su come migliorarsi e crescere in armonia con ciò che ci circonda.

Questo in sintesi “Arbus, un evento in omaggio alle bellezze del territorio lavorate in campagna, transumanti, pescate in mare, scavate in miniera”, che si terrà domenica 18 ottobre 2009 all’interno dell’istituendo Museo Etnografico “Antonio Corda”, sito in via Giardini 1, ad Arbus.

 

Organizzato dalla Società Cooperativa Villa Silli in collaborazione col proprietario del Museo, le Associazioni BeS di Arbus e Carovana S. M. I. di Cagliari, Slow Food ed altri, e con il patrocinio della Provincia del Medio Campidano, del Comune di Arbus e di altri sostenitori l’evento si sviluppa durante tutta la giornata con un programma che prevede spettacoli, escursioni, produttori e produzioni, laboratori, installazioni e proiezioni a tema.

L’accesso è libero e gratuito.

 

Il programma

Si parte alle ore 10.30 con l’apertura della manifestazione e degli spazi. Subito dopo, alle ore 11.00, Sopra la panca, presentazione di prodotti derivati dal latte di capra e di pecora, con produttori locali ed esperti Slow Food.

Presso il vicino Museo del Coltello, alle ore 12.00 e alle ore 16.30 è la volta di Sul filo di lama, guida alla costruzione del tradizionale coltello arburese.

Durante tutta la mattinata, con partenze alle ore 10.30/11.30/12.30, si effettuano delle visite guidate agli scavi di Piazza San Lussorio.

Nel pomeriggio si riprende alle ore 16.00 con Assaggi d’Arte, laboratorio attivo per i più piccoli sulle produzioni arburesi, con esplorazioni artistiche e plurisensoriali.

Alle ore 17.00 si parte per il villaggio minerario di Ingurtosu per Estrazioni dal pozzo, storie di un ex minatore scavate nella memoria e recuperate nel borgo di Ingurtosu.

Dalle ore 17.30 GustArbus, presentazione di prodotti tipici dell’Arburese, con produttori locali ed esperti Slow Food.

Alle ore 19.00, Paesaggi interrotti, atti artistici per visioni in progress attraverso terra, mare e miniera.

Percorso Itinerante nella casa a cura dell’Associazione Carovana S. M. I.

Chiude la giornata in modo speciale, alle ore 21.00, lo spettacolo di Paesaggi interrotti, itinerari tra arte e ambiente a cura dell’Associazione Carovana S. M. I. Con Jo Azer (narrazione sull’arte delle lame), Luca Nulchis (composizione musicale), Egidiana Carta (canto), Sandro Mugianu, Filippo Mereu, Corrado Loi (musica), Cara Davies (danza), Ornella D’Agostino (regia e direzione artistica).

Alle ore 21.45 circa, saluti finali e chiusura della manifestazione.

 

Spazi aperti da mattina a sera

·         Mercatino

All’opera, produttori, artigiani e artisti di Arbus al lavoro. Con esposizioni, dimostrazioni, degustazioni e possibilità di acquisto.

·         Installazioni

Paesaggi interrotti, in collaborazione con l’Associazione Carovana S. M. I.

·         Il Bar

Banco-Sosta, il luogo del rinfresco, della chiacchiera e del “prelievo” di liquidi dissetanti.

 

 

 

 

Per informazioni

070.939888 / 347.7380831

coopvillasilli@gmail.com

Ente foreste e Cooperative per la valorizzazione delle “strade dei boschi”

02/02/09

 

 L'Ente foreste ha deciso di valorizzare le “strade dei boschi” della Sardegna: sessantatré sentieri immersi nel verde ed estesi per 584 chilometri. Si vuole facilitare la fruizione di questi sterrati, che attraversano l'Isola tagliando la macchia mediterranea, i querceti e i lecceti secolari. Verrà perciò realizzata la sistemazione della cartografia escursionistica e una segnaletica omogenea e facilmente identificabile.  Nell’ottica di creare una rete regionale dei parchi e renderli veramente fruibili, sono stati realizzati interventi che riguardano la ristrutturazione di immobili all'interno delle aree forestali da adibire a centri visite, musei e foresterie. Quattro foresterie e altrettanti centri visite sono stati inoltre assegnati a cooperative giovanili. In particolare la Casa per le ferie S'Acqua Callenti di Castiadas, il Museo del cervo e sentiero natura Sette Fratelli di Sinnai, il campeggio Bau Arexi di Sinnai, sempre sul massiccio dei Sette Fratelli, l'albergo Marganai di Iglesias, gli alloggi Montabu di Seui, l'Usinavà di Torpè, Piscina Manna di Pula, Monti Mannu di Villacidro. Un'occasione per esaminare la promozione turistica della foresta e la foresta come risorsa anche per creare occupazione.

I patriarchi verdi

L'olivastro di Baltolu

Sardegna: terra di alberi secolari, con esemplari di vera e propria archeologia botanica

 

Pubblicato il 6/04/09

 

   Raimondo Lai, alla soglia degli 80 anni, guardava il suo patriarca verde tra i graniti di Luras, a cento metri dalla chiesetta di Santu Baltòlu, e quasi si commuoveva.

   “Quando sono arrivato qui da Benetutti, alla fine della guerra, con il mio gregge di 50 pecore, quest’albero è stato il mio primo rifugio, quante notti ho trascorso sotto le sue chiome.” Il vecchio allevatore che regnava in questo lussureggiante angolo di Gallura ha lasciato in eredità uno straordinario monumento verde: un magnifico olivastro alto 15 metri, un tronco di 12 metri di circonferenza che sembra scolpito dalla natura. Un grandioso esempio di archeologia botanica, sopravvissuto ai secoli e agli uomini fino a conquistare il titolo di patriarca verde d’Italia. Secondo un censimento del ministero dell’Agricoltura è l’albero più vecchio: ha almeno tremila anni. La sua origine dunque si perde al tempo dei nuragici.

 

   Sardegna terra di vegliardi, anche nel mondo vegetale. L’assessorato regionale dell’Ambiente e il Corpo forestale regionale ne hanno censiti una cinquantina, molti dichiarati monumenti naturali. Lecci, ginepri, roverelle, castagni, noci, tassi, lentischi, filliree, persino aranci, come quelli di Milis, nell’Oristanese.

 

   Alberi che richiamano antiche leggende, come l’olivastro millenario che sorge a fianco della chiesetta sul mare di Santa Maria Navarrese, eretta nel 1502 dalla figlia del re di Navarra dopo essere scampata a un naufragio. Giganti che ricordano miti planetari, come quello dell’albero cosmico che attraversava e metteva in comunicazione tre mondi: gli abissi del sottosuolo, la superficie della terra e il cielo. È il caso del leccio di Badde Tureddu, nel cuore del Supramonte di Orgosolo: sei metri di circonferenza, sorge su un grande masso squadrato di calcare, adagiato su un torrente come un gigante che si abbevera tra le abbondanti fioriture di rose peonie. Alberi che raccontano storie di eroi e di esìli, come il pino domestico che Giuseppe Garbaldi piantò a Caprera nel febbraio 1867 per la nascita della figlia Clelia: nell’incantevole scenario dell’isola domina ancora oggi nel cortile della Casa Bianca.

 

   Alberi nascosti, quasi protetti nei boschi, altre volte solitari, relitti di grandi foreste del passato, “eremiti e combattenti”, come li chiama Hermann Hesse nel suo Canto degli alberi. Un eremita come il tasso di Gorroppu, nel fantastico scenario del Supramonte di Urzulei: il grande vecchio di Sedda Ar Baccas, 4 metri di circonferenza, 10 di altezza, è stato dichiarato monumento naturale. Solitari sono anche i tre magnifici tassi di Tedderieddu, nel Gennargentu di Arzana, celebrati da Mario Rigoni Stern come i più vecchi d’Europa: le radici sembrano levigate, si allungano per decine di metri allo scoperto. Ai confini del paradiso verde di Montarbu, a Seui, un altro campione: il leccio di Funtana Su Canali, oltre 6 metri di circonferenza, salvato negli anni Quaranta da una guardia campestre, Giuseppe Carboni, che si oppose al taglio. Scampata alle motoseghe,grazie a un forestale, anche l’imponente roverella di Sa Cariasa a Illorai, circondata da lecci e biancospini: 7,5 metri di circonferenza. Merita una visita.

 

   Tesori della natura, monumenti viventi, come la foresta primaria di lecci di Montes a Orgosolo, mai sottoposta a tagli: alberi che nascono e che muoiono, il Supramonte mette in scena il ciclo della vita del mondo verde.

 

Fonte: www.sardegnaturismo.it

Il regista Davide Mocci racconta l'isola in due nuovi lavori

Davide_Mocci

31/01/09

Nel cuore del Mediterraneo e Il popolo della costa sono i due nuovi documentari che l’infaticabile cacciatore di immagini Davide Mocci ha realizzato sulla Sardegna. Presentati in anteprima a Selargius da Antonello Zanda, critico cinematografico e direttore della Cineteca Sarda, i lavori, prodotti dalla Master Film, saranno trasmessi prossimamente da Geo&Geo, su Raitre.

In Barbagia i gestori di B&B promuovono l'albergo diffuso

19/02/09

 

L’ assemblea dell'Unione dei Comuni ha incontrato a Gavoi tutti i gestori dei bed and breakfast degli otto comuni componenti l'ente: Gavoi, Lodine, Ovoda, Tiana, Olzai, Ollolai, Sarule, Oniferi. L'obiettivo è quello di mettere in rete queste attività ricettive e cercare di farle agire unite come un unico grande albergo. Si vuole imprimere un'accelerata qualitativa nel servizio e nella sua promozione e organizzazione per soddisfare la domanda di un turista sempre più consapevole ed attento, e molto interessato a conoscere il territorio

In provincia di Nuoro alla riscoperta di boschi e sorgenti: fondi europei per la cura dei lecci e nuovi percorsi turistici

16/01/09

 

Il progetto Tasso, (tutela ambientale e sviluppo sostenibile) destina oltre tre milioni e mezzo di euro a Gennargentu e Mandrolisai per la valorizzazione della montagna, coinvolgendo i Comuni di Aritzo, Desulo, Belvì, Tonara, Teti, Tiana e Ovodda. L'iniziativa sarà finanziata con i fondi del programma europeo “Life 2008” che ha tra i suoi obiettivi la difesa della natura e della biodiversità.
Il progetto è relativo all'habitat delle foreste di leccio (quercus ilex) che popola oltre 2000 ettari della Barbagia Mandrolisai. La cura dei lecceti andrà di pari passo con una serie di iniziative finalizzate a favorire la riscoperta e la fruizione delle campagne e dei boschi. Tra le azioni previste, c’è la realizzazione di itinerari turistici e di educazione ambientale con percorsi, rivolti soprattutto ai giovani in età scolare. E’ inoltre prevista la “rinaturazione” di alcune aree, oggi prive di vegetazione, attraverso la reintroduzione di alcune specie autoctone scomparse, come la ginestra spinosa e il tasso. Il progetto prevede anche il recupero di almeno 10 sorgenti situate nei territori della Barbagia Mandrolisai. La fruizione dei luoghi sarà organizzati in maniera tale da garantire al massimo la riduzione dell'impatto ambientale.

Le giornate di Foreste Aperte

Pubblicato il 23/04/09

 

Prosegue l’iniziativa “Foreste Aperte” con cui l’Ente Foreste della Regione Sardegna promuove un programma di visite ad alcune fra le più belle foreste demaniali dell'isola, in sei appuntamenti nei weekend primaverili. La domenica sono previste attività per i bimbi e per le loro famiglie.

 

Tra queste: esposizione, vendita e degustazioni di produzioni tipiche; servizi escursionistici e culturali (presentazioni di libri, attività di educazione ambientale, passeggiate naturalistiche, trekking, arrampicate, percorsi in mountain bike, passeggiate a cavallo); attività speleoturistiche e speleologiche; la visita a siti di interesse culturale ed archeologico e ai giardini botanici; incontri di fotografia naturalistica e micologia; mostre e proiezioni a carattere tematico.

 

L’iniziativa mette in luce che il paesaggio di montagna, e con esso i boschi, meritano un approccio sostenibile e rispettoso: solo in questo modo anche le generazioni future potranno fruirne.

 

I prossimi appuntamenti in programma: Pixinamanna (Pula): 26 aprile 2009, Crastazza-Tepilora (Bitti): 3 maggio 2009, Montarbu (Seui): 10 maggio, Montes (Orgosolo): 17 maggio 2009.

Le strade dei vini: itinerari tra gusto e cultura

19/02/09

 

L'Assessorato regionale dell'Agricoltura ha approvato la costituzione di sette "strade del vino" nelle zone con produzioni a marchio Doc/Docg, in particolare: il Cannonau, il Vermentino, il Carignano,il Nuragus,la Malvasia e la Vernaccia. L'Assessore ha preso atto della positiva risposta del territorio verso questo strumento di marketing territoriale rivolto alla valorizzazione congiunta delle produzioni vitivinicole e agroalimentari tipiche e ha tenuto conto dell'esigenza di una più dettagliata articolazione degli itinerari enogastronomici. Al momento sono state già riconosciute le seguenti "strade": la "Strada del Carignano del Sulcis", proposta dalla Provincia di Carbonia -Iglesias, la "Strada del vino Cannonau", proposta dalle province di Nuoro e Ogliastra, e infine la "Strada del vino della Provincia di Cagliari", proposta dalla medesima provincia. Il riconoscimento della "Strada della Vernaccia di Oristano", la "Strada della Malvasia di Bosa"; la "Strada del Vermentino di Gallura Docg" e la "Strada del vino della Sardegna nord ovest" avverrà successivamente

Le terre dei grandi vini della Sardegna nella rassegna Sentieri DiVini - 06/03/09

La Regione ha finanziato il progetto "Sentieri DiVini" che unisce i Comuni della Sardegna con la più alta tradizione vitivinicola. Una scommessa vinta dall'amministrazione di Selegas, promotrice della "Rete delle antiche terre dei grandi vini della Sardegna". Nelle vigne seleghesi nasce il Turriga, tra i nettari più rinomati dell'enologia italiana. Nella stessa zona rientra una buona parte della superficie dei vigneti Argiolas. In Trexenta verranno recuperati tre antichi edifici che costituiranno una sorta di percorso culturale e turistico legato alla tradizione enologica. Gli altri paesi coinvolti sono Baratili San Pietro, Jerzu, Monti, Oliena, Santadi, Serdiana e Tempio.

L’ecomuseo di Ussaramanna: erbe spontanee e ulivi secolari

Pubblicato il 7 marzo  2010

 

Il Comune di Ussaramanna ha presentato  il progetto dell'ecomuseo diretto a valorizzare gli ulivi secolari e le erbe spontanee locali. Un processo iniziato nel 2006 con una ordinanza che ne ha vietato l'espianto, poi seguito dal censimento e dalla catalogazione degli ulivi. Se ne contano oltre 1.000 nelle campagne di Ussaramanna, mentre sono 150 le specie di erbe spontanee.

L'ecomuseo non vuole essere un contenitore di reperti o pannelli didattici. Ci saranno itinerari e visite guidate alla scoperta degli ulivi e delle piante spontanee, laboratori per le scuole, la pubblicazione di ricerche svolte sul patrimonio verde e mostre temporanee sulle stesse tematiche.

I proprietari degli alberi d'ulivo e la popolazione sono invitati a collaborare, accompagnando i turisti e raccontando le storie legate alle loro piante. L’iniziativa ha già riscosso il sostegno della Provincia del Medio Campidano e manca solo il riconoscimento della Regione.

Medio Campidano: provincia a caccia di turisti in bicicletta

16/01/09

 

la Provincia del Medio Campidano,  per incrementare le presenze nelle zone interne e nella bassa stagione, punta sul cicloturismo proponendo sei percorsi. Si parte  dall'altopiano della Giara per raggiungere le dune di Piscinas, passando attraverso l'ambiente, la storia, la cultura, l'archeologia di 28 Comuni. A disposizione dei viaggiatori un team di guide di alto livello professionale, con servizi per il mezzo di trasporto nei migliori centri di assistenza. L'obiettivo è quello di programmare un futuro fatto anche di un turismo sostenibile che fa bene alla salute e alle tasche. Inoltre, il pedalare impone lentezza e ciò permette di vivere più intensamente ciò che si visita.

Premiato il progetto Sentieristica realizzato dall'Ente Foreste con fondi P.O.R

 

Pubblicato il 24 settembre 2009

 

Il 14 settembre 2009 è stato ufficializzata la lista dei vincitori della III edizione del premio GoSlow-Co.Mo.Do. per i progetti di sistemi integrati di percorsi di mobilità dolce in Italia. Co.Mo.Do. è una confederazione di Associazioni (tra cui C.A.I., Italia Nostra, Legambiente, FederParchi, WWF, Associazione Italiana Città Ciclabili, Associazione Italiana Greenways, Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche) ,il cui scopo principale è la promozione di una rete nazionale di mobilità dolce che abbia come requisiti fondamentali: il recupero delle infrastrutture territoriali dismesse; la separazione o la protezione dalla rete stradale ordinaria; l'integrazione con il sistema dei trasporti pubblici locali e con la rete dell'ospitalità diffusa.

All'Ente Foreste della Sardegna è stato assegnato il secondo premio per il recente progetto di sentieristica realizzato con i fondi europei, perché con questo progetto si è  promossa” la valorizzazione turistica di dieci aree dell’entroterra sardo attraverso l’impianto di una rete escursionistica basata sul recupero di una viabilità pastorale di antico impianto”. Il lavoro dell’Ente Foreste è stato premiato anche “per la coerenza del sistema segnaletico e informativo e per la funzionalità della comunicazione sui canali web”.

Per approfondire:

 http://www.sardegnaambiente.it/foreste/foreste_parchi/sentieri.html

Riaprono le botteghe degli artigiani e si rianima il borgo medievale di Tratalias

Pubblicato il 16 dicembre 2009

 

Dopo quasi trent'anni, il vecchio paese riprende vita grazie all'apertura di laboratori artigianali: piccole e caratteristiche botteghe dove artigiani e artisti, del Sulcis e del resto dell'Isola, con le loro attività creative, coinvolgeranno turisti e visitatori. Rimessi a nuovo gran parte degli edifici (molti con mura in ladiri e pietre e tetto in canne), il Comune di Tratalias ha deciso di riaprire le porte del borgo su cui domina la cattedrale romanico pisana di Santa Maria di Monserrato, e ha consegnato ufficialmente nove laboratori (su venti) ad altrettanti artigiani che godranno di un comodato d'uso gratuito. Tra questi: Antonella Ajò, ceramista di San Giovanni Suergiu, Francesco Pisanu, falegname, Carlo Canè (artigiano del ferro battuto), la sorella Sandrina (pittura e decori su tessuti tradizionali) e la nipote Orietta Pinna (maschere tradizionali e altri intagli in legno), la bottega d'arte di Susanna Sabiu di San Giovanni Suergiu, Robertina Littarru, ceramista, i Orsola Orrù di Sant'Anna Arresi che, con il suo telaio, sforna pregiati tappeti sardi. A coordinare i laboratori, la produzione e l'attività didattica, invece, è la cooperativa Sémata.

Splendide coste, oasi e zone umide: l'Area marina Sinis-Mal di Ventre destinazione europea di eccellenza - 22/07/2009

L’Area marina protetta della Penisola del Sinis-Isola di Mal di Ventre è stata eletta la migliore destinazione turistica nazionale nell'ambito della terza edizione del progetto comunitario Eden “Turismo e aree protette” Destinazioni Europee di Eccellenza.

 

L’iniziativa è promossa dalla Commissione Europea con l’obiettivo di attirare l’attenzione sulla ricchezza e la varietà delle destinazioni turistiche europee e promuovere le destinazioni dove gli obiettivi di crescita economica sono in sintonia con la sostenibilità sociale, culturale e ambientale del turismo.

 

Per la Sardegna un successo che promuove l’unicità di questo lembo di territorio caratterizzato da una costa con pregevoli ed, in alcuni casi, uniche situazioni paesaggistiche ed ambientali e dalla straordinaria sensazione di continuità fra terra e mare.

TURISMO AMBIENTALE - Aperte le Iscrizioni ai Corsi di Formazione

Dal 15/03/2010 al 16/04/2010 sono aperte le iscrizioni ai corsi di formazione per

Imprenditore del turismo ambientale.

 

I corsi, di 600 ore ciascuno, si svolgeranno ad Alghero e a Terralba e sono indirizzati a 15 allievi, disoccupati, inoccupati, lavoratori in CIG, in mobilità, lavoratori autonomi, migranti, sottoposti a minacce di espulsione dal mercato del lavoro, in possesso del diploma di scuola secondaria superiore, motivati alla creazione d’impresa nell’ambito delle attività del turismo ambientale. che vorranno diventare futuri imprenditori del campo dell’ecoturismo e quindi nell’ambito dei servizi offerti all’interno dell’area protetta.

 

L’operazione rientra in un progetto denominato “Naturalmente” predisposto dall’istituto di ricerca e formazione IFOLD e ha goduto di finanziamento nel programma Green Future, concesso per promuovere la creazione d’impresa su attività ambientali, in particolare nei settori emergenti e in quelli che rappresentano punti di forza del territorio.

Il corso punta a fornire la mappa delle opportunità territoriali, a sviluppare la consapevolezza del valore storico-culturale e ambientale del territorio per la creazione di una vera impresa ecocompatibile.

 

Il bando e la domanda d’iscrizione sono scaricabili dal sito www.ifold.it

Per maggiori informazioni:

  • telefonare ai numeri 070 5489144 – 121 dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 13.30
  • inviare una mail all’indirizzo ifoldcoord@tiscali.it

 

TURISMO RESPONSABILE - Incontro ad Oristano

Il Meic, Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale e l'Osvic organizzano un cantiere tematico sul tema del turismo responsabile

 

sabato18 di Dicembre ore 10

presso l'auditorium San Domenico di Oristano

 

Si tratta dell'ultimo incontro del ciclo Diversamente Cittadini, una iniziativa che è stata avviata nel maggio scorso e che nel mese di Dicembre troverà la sua conclusione.

Diversamente Cittadini e I cantieri tematici proposti dal Meic e dall'Osvic sono stati finanziati da Sardegna Solidale.

 

Intervengono :

Maria Petrucci, Associazione Italiana Turismo Responsabile (TR come alternativa al Turismo tradizionale)

 

Monica Iorio, Centro Ricerche Economiche Nord Sud (Turismo responsabile come fattore di sviluppo: il caso Romania)

Simone Cherchi, Ass. al Turismo Comune di Cabras (Turismo sostenibile nel territorio)

 

Villaggio Carovana, Castiadas (un esempio di turismo responsabile in Sardegna)

 

Andrea Pigato, Oristano (criticità e opportunità del settore)

 

Inoltre intervengono Agenzie ed Operatori del settore, Cooperative sociali, Legacoop.

 

 

Come per gli altri incontri è garantito il contributo del Centro Servizi Culturali di Oristano attraverso la proiezione di un materiale video sul tema.

 

 

La segreteria Osvic

078371817

Referente Progetto:

Luisanna Usai

Tel.3479176416

 

Tortolì: marchio di qualità ambientale per le strutture ricettive

Pubblicato il 3 febbraio 2010

 

Parte da Tortolì la firma d’intesa fra l'associazione Asshotel e Legambiente Turismo, per la realizzazione di un progetto di qualificazione ambientale per le strutture ricettive e turistiche, che si concretizza nell’assegnazione dell’etichetta ecologica (ecolabel): “Consigliato per l’impegno in difesa dell’ambiente”.  

Si tratta di un marchio di qualità ambientale che contraddistingue le strutture ricettive e turistiche che adottano misure per ridurre l'impatto delle proprie attività sull'ambiente e per promuovere il territorio in cui si trovano.

Al “Progetto di qualificazione ambientale per le strutture ricettive” aderiscono nove alberghi che formano una importante rete di accoglienza ecologica in Sardegna. I partecipanti si impegnano a mettere in atto azioni ecosostenibili negli acquisti, pulizie, raccolta differenziata, installazione di dispositivi per il risparmio idrico ed energetico, ridurre le emissioni di Co2. E si impegnano a scegliere prodotti freschi e biologici.

Trekking a cavallo lungo la prima ippovia del Medio Campidano

Pubblicato il 24 settembre 2009

 

Parte dalle pendici del Monte Linas la prima ippovia del Medio Campidano. Per gli appassionati della natura e del cavallo un itinerario che dalle montagne del Linas toccherà le aree ex minerarie di Montevecchio, il parco Gentilis in territorio di Guspini e si concluderà nella borgata marina di Sant’Antonio di Santadi, sulla parte più a nord della costa di Arbus.

Ad organizzare il trekking a cavallo, nelle giornate del 26 e 27 settembre, sarà il circolo ippico Santa Severa di Gonnosfanadiga, paese da cui partirà il tour a cavallo, con la Provincia promotrice e sponsor della nascita di una ippovia permanente. Gli itinerari prescelti sono quanto di meglio il territorio può rappresentare sotto l’aspetto naturalistico, con l’attraversamento dell’habitat naturale di cervi e dell’altra fauna selvatica presente in considerevole numero in tutto il territorio.

 

Trenino Verde: un treno da non perdere! – 11/08/2009

A  Mandas il 31 luglio scorso trentasette Comuni di Trexenta e Sarcidano, attraversati dalla linea ferroviaria Cagliari- Mandas- Sorgono – Arbatax,  hanno presentato il Manifesto del Parco letterario Lawrence e del Trenino Verde della Sardegna, per la valorizzazione e la riscoperta dei territori interni dell’isola attraverso un programma legato al patrimonio paesistico e culturale.

 

L'incontro è servito anche ad ufficializzare la richiesta all'Unesco per il riconoscimento delle tratte ferroviarie Mandas-Arbatax e Cagliari-Sorgono quali patrimonio dell'umanità.

 

Il Manifesto Lawrence, dedicato allo scrittore inglese che nel 1921 viaggiò e scrisse sul Trenino Verde, prevede la divulgazione della storia delle ferrovie , la ricostruzione delle culture materiali e degli antichi mestieri , la realizzazione di itinerari e percorsi storico-naturalistici, il recupero di stazioni, caselli, vecchie colonie, case cantoniere, il recupero dell'archivio storico e la messa in esercizio delle antiche locomotive a vapore e delle carrozze d'epoca, l'acquisto di nuove carrozze panoramiche e la possibilità di utilizzare il servizio ferroviario dal 1 gennaio al 31 dicembre.

Un’isola di sentieri: nuovi itinerari escursionistici alla scoperta dei tesori della Sardegna – 11/08/2009

L’Ente Foreste della Sardegna ha portato a conclusione il progetto finanziato con fondi europei di realizzazione di itinerari escursionistici che consentiranno a tutti gli appassionati di passeggiate e trekking di scoprire tesori naturali, archeologici e paesaggistici dell’Isola.

 

Il progetto ha portato alla realizzazione di 76 sentieri suddivisi in 12 ambiti territoriali: Baronie, Goceano, Guilcer-Barigadu, Mandrolisai, Supramonte ogliastrino, Gennargentu, Gennargentu ogliastrino, Barbagia, Sarcidano, Tacchi d’Ogliastra, Barbagia di Seulo, Iglesiente e Gerrei. Tutti i sentieri sono stati dotati di segnaletica verticale e orizzontale secondo lo standard del CAI riconosciuto a livello europeo. Attraversando luoghi di particolare bellezza naturalistica e siti di interesse storico e culturale, i sentieri sono stati ripristinati e attrezzati con pannelli informativi e varie aree di sosta.

 

Per facilitare la percorrenza sono state pubblicate 12 carte escursionistiche nelle quali sono riportate anche informazioni e approfondimenti sia sui sentieri che sulle emergenze dei luoghi. Carte escursionistiche, brochure informativa e videofilmati, sono scaricabili dal sito SardegnaForeste e SardegnaDigitalLibrary. La distribuzione sarà organizzata in maniera capillare attraverso una rete di strutture di riferimento sui territori interessati, oltre ai punti strategici rappresentati da porti, aeroporti, strutture turistiche, sezioni del CAI.

Villaperuccio: da Terrazzu a Montessu il parco archeologico della terra dei Menhir

19/03/09

 

Per riscoprire il passato millenario del Basso Sulcis, il Comune di Villaperuccio è pronto a creare un itinerario archeologico e turistico tra tombe ipogeiche e pietre fitte. Con l'avvio dell'esproprio del terreno su cui sorge “Luxia Arrabiosa”, il più grande monumento megalitico scoperto a Terrazzu, e con la costituzione dell'associazione “Valle dei menhir”, cui partecipano il Comune e il parco geominerario della Sardegna, si pongono le basi per creare a Villaperuccio un circuito storico, culturale e turistico che insieme alla necropoli prenuragica di Montessu, valorizzi anche i menhir, cioè l'altra risorsa archeologica che caratterizza il territorio. Di queste gigantesche pietre, conficcate nel terreno e legate a culti ancestrali, se ne conoscono undici, ma l'intera vallata di Terrazzu ne è ricchissima. Questi monumenti megalitici costituiscono una vera e propria risorsa che il Comune intende sfruttare per arricchire l'offerta turistica, sinora legata solo al parco archeologico di Montessu.  

Villaperuccio: da Terrazzu a Montessu il parco archeologico della terra dei Menhir

19/03/09

 

Per riscoprire il passato millenario del Basso Sulcis, il Comune di Villaperuccio è pronto a creare un itinerario archeologico e turistico tra tombe ipogeiche e pietre fitte.

Con l'avvio dell'esproprio del terreno su cui sorge “Luxia Arrabiosa”, il più grande monumento megalitico scoperto a Terrazzu, e con la costituzione dell'associazione “Valle dei menhir”, cui partecipano il Comune e il parco geominerario della Sardegna, si pongono le basi per creare a Villaperuccio un circuito storico, culturale e turistico che insieme alla necropoli prenuragica di Montessu, valorizzi anche i menhir, cioè l'altra risorsa archeologica che caratterizza il territorio.

Di queste gigantesche pietre, conficcate nel terreno e legate a culti ancestrali, se ne conoscono undici, ma l'intera vallata di Terrazzu ne è ricchissima. Questi monumenti megalitici costituiscono una vera e propria risorsa che il Comune intende sfruttare per arricchire l'offerta turistica, sinora legata solo al parco archeologico di Montessu.  

“Tramudas”, scoprire la Sardegna viaggiando sulle orme dei pastori - 06/03/09

La cultura agropastorale è alla base di “Tramudas”, progetto turistico creato da tre Gal della Sardegna (Ogliastra, Mari e monti e Barbagia-Mandrolisai) per valorizzare l'identità dei luoghi e delle persone che li abitano ripercorrendo i sentieri della transumanza. Le proposte si articolano in itinerari che fanno scoprire la Sardegna autentica delle zone più interne, dove si respirano i profumi della fitta vegetazione che nasconde e al tempo stesso rivela le radici del pastoralismo e le suggestioni di un mondo ancora intatto. Le escursioni alla scoperta di luoghi, personaggi, leggende e sapori della tradizione, vanno da un giorno a una settimana e offrono trekking studiati sia per esperti che per neofiti. Per conoscere più a fondo il progetto è disponibile il sito dedicato www.tramudas.com