Tu sei quiNEWS SARDEGNA / News Sardegna / ECOTURISMO / Ecoturismo / Riaprono le botteghe degli artigiani e si rianima il borgo medievale di Tratalias

Riaprono le botteghe degli artigiani e si rianima il borgo medievale di Tratalias


Pubblicato il 16 dicembre 2009

 

Dopo quasi trent'anni, il vecchio paese riprende vita grazie all'apertura di laboratori artigianali: piccole e caratteristiche botteghe dove artigiani e artisti, del Sulcis e del resto dell'Isola, con le loro attività creative, coinvolgeranno turisti e visitatori. Rimessi a nuovo gran parte degli edifici (molti con mura in ladiri e pietre e tetto in canne), il Comune di Tratalias ha deciso di riaprire le porte del borgo su cui domina la cattedrale romanico pisana di Santa Maria di Monserrato, e ha consegnato ufficialmente nove laboratori (su venti) ad altrettanti artigiani che godranno di un comodato d'uso gratuito. Tra questi: Antonella Ajò, ceramista di San Giovanni Suergiu, Francesco Pisanu, falegname, Carlo Canè (artigiano del ferro battuto), la sorella Sandrina (pittura e decori su tessuti tradizionali) e la nipote Orietta Pinna (maschere tradizionali e altri intagli in legno), la bottega d'arte di Susanna Sabiu di San Giovanni Suergiu, Robertina Littarru, ceramista, i Orsola Orrù di Sant'Anna Arresi che, con il suo telaio, sforna pregiati tappeti sardi. A coordinare i laboratori, la produzione e l'attività didattica, invece, è la cooperativa Sémata.



CERCA IN SARDEGNA

un Operatore, un Centro, un'Azienda, un Agriturismo, un Corso, un Evento ...


CERCA

PAOLO SOLETTA.jpg

EVENTI

« Agosto 2019
DomLunMarMerGioVenSab
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Corsi e Seminari

  • Nessun evento imminente

Aggiungi a Preferiti

Aggiungi sito 
Aggiungi pagina 

Scambia informazioni