Home / Blog / Agricoltura

Dalla Sardegna arriva l'eco diserbante che salva le api dall'estinzione

24 Marzo 2019 - Scritto da Associazione Scirarindi

Un eco diserbante, al 100% naturale, che non altera il ph del suolo e non minaccia la vita di api e farfalle è l’ultimo regalo del team di Daniela Ducato, l’imprenditrice guspinese votata alla difesa dell’ambiente e al riuso.

Dalla Sardegna arriva l'eco diserbante che salva le api dall'estinzione | Scirarindi

Il primo eco diserbante, completamente naturale a vantaggio di api e farfalle è targato made in Sardinia. Si tratta di un composto realizzato a partire dagli scarti di malvasia, lana e olio d’oliva e messo a punto dal team di ricerca di Daniela Ducato. Una risposta nei fatti all’esigenza, avvertita sempre più pressante dalla responsabile della filiera di “Edizero Architecture for peace”, di salvare api e farfalle dall’azione devastante degli agenti chimici presenti nei diserbanti tradizionali.

L’emergenza è stata già manifestata da diversi anni dagli agricoltori sardi. Gli agenti chimici dei diserbanti tradizionali alterano il ph del terreno, risultando nocivi non solo per i suoli ma anche per api e farfalle. Un danno gravissimo, visto il ruolo chiave che questi insetti hanno per l’ecosistema.

La richiesta d’aiuto è stata accolta dall’associazione nazionale Città del Miele e ha dato l’input alla ricerca di un composto che svolgesse la funzione di erbicida, senza però danneggiare l’ambiente.  Ed è così che all’interno della filiera Ortolana è nato l’eco diserbante Natural Weed Control.

L’elemento principale dell’eco diserbante è la lana di pecora.  A questa, si aggiungono l’olio di oliva, ingredienti di scarto delle lavorazioni vinicole e residui della pulizia delle arnie, come propoli o miele. Eccedenze che andrebbero buttate e che vengono riutilizzate per creare un nuovo prodotto a vantaggio dell’ambiente.

Nessun additivo chimico, glifosato o veleni, è presente nel diserbante. La sua funzione erbicida è svolta sfruttando solo vapore e calore. Una soluzione che può essere adoperata per proteggere orti, vigneti, frutteti e persino il verde urbano, senza alcun impatto ambientale. Una garanzia per la sicurezza dei consumatori e degli agricoltori (che possono usarlo senza mascherine o protezioni).

“Mettendo insieme questi elementi la pianta intrappola il calore e si secca già dopo due giorni dal trattamento. Inoltre le altre sostanze, favoriscono un effetto prolungato senza creare problemi al suolo o alterare il suo ph”, spiega la Ducato

L’eco diserbante è unico nel suo genere ed è stato già sperimentato con successo in Italia. È stato utilizzato con successo dal comune di Cagliari, ad esempio, per debellare le piante infestanti all’interno delle aree urbane.

Ma non solo. In Francia i viticoltori, ancora prima di quelli italiani, hanno già fatto ordini consistenti del prodotto. Negli Usa il diserbante naturale è stato acquistato dalla Gea Group, leader nella coltivazione di piante farmaceutiche. Dimostrazione del fatto che l’interesse per il prodotto sta crescendo in tutto il mondo.


#Daniela Ducato   #Agricoltura   #Api  
Dalla Sardegna arriva l'eco diserbante che salva le api dall'estinzione | Scirarindi Dalla Sardegna arriva l'eco diserbante che salva le api dall'estinzione | Scirarindi
Associazione Scirarindi

ASSOCIAZIONE SCIRARINDI

autore

Associazione culturale che promuove la Sardegna naturale, consapevole e sostenibile

.
In Sardegna la prima edizione del Festival della Permacultura Mediterranea

In Sardegna la prima edizione del Festival della Permacultura Mediterranea

Da venerdì 8 a domenica 10 novembre 2019 sull’altopiano di Abbasanta, tre giornate per conoscersi...